Messina. Lanciata una raccolta fondi per realizzare “Il Museo del Mare” di Fabio Pilato

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Lavora il ferro con abilità e dà vita ai suoi pesci “eterni”, lui è Fabio Pilato scultore e artigiano della materia ferrosa. Da qualche settimana gli amici di Fabio hanno dato il via a una campagna di raccolta fondi per realizzare il suo Museo del Mare.

Su eppela è possibile contribuire a realizzare il sogno di Fabio Pilato. Obiettivo è raggiungere 40mila euro. «Fabio – scrivono gli amici – sogna il “Museo del Mare”, una casa, una giusta sede dove le sue creature possano riposare e sentirsi libere di essere ammirate da tutti coloro che vorranno immergersi in questo mare,  bagnandosi solo di emozioni».

Per la realizzazione del Museo del Mare occorre affittare un luogo idoneo ad accogliere le venti sculture di Fabio Pilato, tra cui la sua ultima opera: la maestosa  “Pasqualina”, uno squalo bianco in ferro a grandezza naturale, di cinque metri.

Lanciata una raccolta fondi per realizzare il “Museo del Mare” di Fabio Pilato

museo del mare, palazzo zanca, mostra permanente di Fabio Pilato al Comune di MessinaA Messina non esiste ancora una struttura museale dedicata interamente al mare. A Milazzo Carmelo Isgrò ha fondato il MuMa all’interno del Castello di Milazzo e a Capo Peloro esiste il MACHO – Museo d’Arte Contemporanea Horcynus Orca, che ospita – tra l’altro – una sala immersiva dedicata al mondo marino, ma non è sempre fruibile al pubblico.

Questo di Fabio Pilato, quindi, potrebbe essere il primo museo del mare della città. (Nel 2019, a Palazzo Zanca era stato inaugurato il progetto sempre di Fabio Pilato “Il Museo del Mare”, mostra permanente a cura di Marisa Arena dell’associazione culturale Impronte e Gianfranco Pistorio per il progetto I am Concept, col patrocinio del Comune e de “La rete dei borghi del Comune di Messina”, in foto).

Le donazioni consentiranno:

  • l’affitto di un locale per i “pesci immortali”;
  • la realizzazione delle basi d’esposizione delle sculture
  • la realizzazione dell’impianto di illuminazione idoneo a creare l’ambiente marino
  • la realizzazione di un impianto acustico che riproduca il rumore del mare
  • l’installazione di un sistema di allarme

Attualmente la campagna ha 26 sostenitori, sono stati raccolti già 1.475 euro e mancano da oggi 28 giorni alla fine della raccolta.

(440)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.