La Basilica di Sant’Antonio di Messina pronta per il concerto “Là ci darem la mano”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È in programma domani – giovedì 7 ottobre, alle 20:00 – il concerto “Là ci darem la mano” alla Basilica di Sant’Antonio di Messina. L’appuntamenti rientra nel progetto “Kulturavirus” promosso dall’Amministrazione comunale e coordinato dagli assessori alla Cultura e allo Spettacolo, rispettivamente Enzo Caruso e Francesco Gallo.

Il concerto alla Basilica di Sant’Antonio prevede un programma dedicato alle famose arie d’opera, da “Le Nozze di Figaro” e “Don Giovanni” di Mozart, passando per  “Gianni Schicci” e “Madame Butterfly” di Puccini, per finire con “Rigoletto” e “La Traviata” di Verdi.

Protagonisti della serata saranno il soprano Giulia Greco e il baritono Alessandro Vargetto accompagnati da un’orchestra d’archi, fiati e pianoforte, diretta dal Maestro Nazzareno De Benedetto dell’Associazione Corale Polifonica San Nicolò (in foto).

La Corale Polifonica San Nicolò in concerto alla Basilica di Sant’Antonio

La Corale Polifonica San Nicolò, che accompagnerà il soprano e il baritono durante il concerto alla Basilica di Sant’Antonio, nasce nel 1980 su iniziativa dell’attuale direttore. Attualmente è composta da 25 elementi. Scopo principale della Corale è la divulgazione della musica polifonica Rinascimentale sia sacra che profana, ed inoltre la riscoperta dei canti tradizionali siciliani elaborati per coro.

Il 1° ottobre 2010, in occasione del 1° anniversario della tragica alluvione che ha colpito la zona Sud di Messina, ha eseguito nella Chiesa Madre di Giampilieri due composizioni per coro e orchestra: il Salmo “Salvami o Dio” di Nazzareno De Benedetto e il “Requiem” di Felice Zaccone, lo stesso programma è stato replicato il 2 novembre al Teatro Vittorio Emanuele di Messina.

Recentemente, nell’ambito della rassegna “Armonie dello Spirito” ha eseguito, nella Basilica Cattedrale di Messina, la “Via Crucis” di F. Liszt, per soli, coro ed organo, l’Oratorio “Il Natale” di C. Saint-Saens e nell’Agosto di quest’anno l’oratorio “Fate questo in memoria di me” di Mons. Giuseppe Liberto.

 

 

(257)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.