Zaccone sui precari del Comune: “La Corte dei Conti ci ha dato ragione”

Dario ZacconeDal Collegio dei Revisori dei Conti c’è cauto ottimismo dopo la delibera delibera 58 della Corte dei Conti che ha bocciato senza mezzi termini il conto consuntivo 2011 del Comune. Il presidente Dario Zaccone ribadisce, invece, che lo stop all’integrazione oraria dei quasi 300 precari dell’ente era già stato detto ma non seguito dall’amminstrazione.

“Sostanzialmente la Corte dei Conti ricalca dei deficit anche se oggi i numeri sono diversi visto che per il 2013 il Patto di Stabilità non è stato sforato – dichiara Zaccone – sulla vicenda precari mi dispiace dire che noi l’avevamo detto in tutti i modi documentando ciò che sostenevamo da un punto di vista tecnico, purtroppo poi sono prevalse le scelte politiche e non quelle tecniche e ognuno si assume le proprie responsabilità di ciò che fa, noi siamo abbastanza sereni perché abbiamo evidenziato anche ai sindacati il risultato, oggi la Corte dei Conti ci dà ragione, ci dispiace che gli effetti siano negativi per il Comune”.

Sul blocco delle spese se non assolutamente urgenti Zaccone prosegue: “Non possiamo che confermare le preoccupazioni della Corte dei Conti, non perdiamo occasione di dire che bisogna frenare la Spesa quando non c’è l’obbligatorietà degli impegni di spesa, particolare attenzione la stiamo dedicando ai rapporti tra i professionisti esterni e il Comune, per questo abbiamo notificato più richieste di documentazione ma a tutt’oggi non abbiamo ricevuto nulla da quest’amministrazione, quello che abbiamo ricevuto è una rassicurazione sugli impegni assunti nei confronti di questa categoria; i conti del Comune stanno migliorando – conclude Zaccone – ma dobbiamo fare i conti con centinaia di debiti fuori bilancio che prendono contezza”.

(73)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *