foto di repertorio per periodo di saldi in italia

Saldi invernali, risultati deludenti in tutta la Sicilia: «Evidente lo scontento dei commercianti»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La ripresa attesa con i saldi invernali in Sicilia non c’è stata. A confermarlo solo i commenti dei rappresentanti di Fismo Confesercenti Sicilia, che mostrano come in tutte le province dell’Isola, gli sconti, partiti il 2 gennaio, abbiano dato risultati deludenti. Anche in provincia di Messina la situazione non è delle migliori: «Lo scontento da parte dei commercianti è evidente», evidenzia il presidente provinciale di Confesercenti, Alberto Palella.

La situazione appare la stessa un po’ in tutte le province della Sicilia. File i primi giorni, ma poi calma piatta a Catania: «Dopo l’entusiasmo delle prime 48 ore, l’euforia per i saldi si è spenta» dice il presidente di Fismo Catania Francesco Musumeci. Lo stesso dicasi a Palermo, dove a parlare è il vicepresidente della Confesercenti locale, Massimo Mangano, commerciante anche lui, titolare di un negozio di calzature: «La vivacità dei primi giorni  – segnala – non basta a segnare un’inversione di tendenza soprattutto per le piccole aziende a conduzione familiare che con questo andazzo, sono destinate a restare ai margini e chiudere».

Male anche Messina, come abbiamo visto nelle parole di Alberto Palella, che segnala lo scontento dei commercianti del territorio peloritano. Risultati deludenti anche a Trapani, Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Enna e Agrigento. Insomma, la riprese che si si aspettava rispetto ai due anni precedenti, falsati dalla pandemia covid-19 non c’è stata e le vendite si assestano ancora sotto rispetto al 2019.

I saldi, in ogni caso, dureranno fino a marzo 2023, quando poi la merce in vendita lascerà spazio ai nuovi arrivi della stagione primavera/estate 2023.

(87)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.