Registro Unioni civili, la melina dei contrari funziona

Registro Unioni civiliIl Registro delle Unioni civili non vede ancora una via d’uscita tra favorevoli e contrari. Ieri Udc, Nuovo Centrodestra e Forza Italia con la presentazione di una quarantina di emendamenti (i tre gruppi politici sono contro l’atto predisposto dalla giunta comunale) hanno portato al rinvio del voto in Consiglio. Dopo cinque ore di dibattito, rinvii, sospensioni e quasi “scontri” tra il capogruppo di Forza Italia Pippo Trischitta contro Santi Zuccarello dei Progressisti democratici, il capogruppo dell’Udc, Mario Rizzo, per la mancata presenza della parola registro e dopo l’intervento del segretario Antonio Le Donne ha deciso che sulla delibera dell’amministrazione si voterà a data da destinarsi. La previsione è adesso per martedì ma non è detto che si voterà perché dovranno essere portati avanti tutti gli emendamenti e potrebbero sorgere gli atti di bilancio. Anche il sindaco Accorinti si è presentato in aula contestando chi lo criticava e ribadendo che la delibera non intende ritirarla. I contrari hanno richiesto al primo cittadino di rivedere le sue posizioni insieme alla giunta. Cambiamo Messina dal Basso è a favore del Registro. La consigliera Nina Lo Presti ha detto: “Non intendono prendere una posizione, è una tattica dilatoria che denota irresponsabilità su di un tema importante e che coinvolge tutti noi nel segno di un progresso di civiltà, non è detto adesso che la delibera possa essere votata la prossima settimana visto che potrebbero essere trattati gli atti sul bilancio”. Gran parte del Pd, compreso il capogruppo Paolo David ma anche Zuccarello, Antonella Russo e Donatella Sindoni sono favorevoli al Registro. Non tutti comunque del centrosinistra voteranno a favore. Giuseppe Santalco, capogruppo della lista Felice per Messina, è per l’ok. Così all’Udc, contraria all’atto, mancano le stampelle della maggioranza e ieri il partito ha fatto di tutto, centrando l’obiettivo, per rinviare la votazione. Per l’Udc il Registro delle Unioni Civili è inutile perché a detta del partito di Centro non produce effetti giuridici in attesa che venga varata la legge nazionale. A favore del Registro si sono schierati oltre a Cambiamo Messina dal Basso e una parte del centrosinistra con il Pd in testa, pure Sel e Cgil oltre all’Arcigay che nel giugno scorso quando l’Unione di Centro aveva spiegato il suo no era entrata in polemica con il partito. Nel Pd sono per il sì il “Comitato Messina per Renzi”, l’Area Civati di Messina, l’Associazione “Big Bang!” Messina, la Federazione dei Giovani Democratici di Messina e l’Associazione Giovanile “FutureDem”. Il sindaco non intende riportare in giunta l’atto per eventuali correttivi. La prossima settimana se ne saprà di più. @Acaffo 

(54)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *