Raccolta rifiuti sui Colli San Rizzo, le associazioni: «Istituzioni assenti, non dovremmo farlo noi»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Due nuove associazioni cittadine, Movimento Nuova Castanea e Messina in progresso agiscono per il bene comune e decidono di darsi alla raccolta dei rifiuti sui Colli San Rizzo, tra l’area attrezzata di Musolino e la cima di Dinnamare. Le associazioni hanno raccolto venti sacchi di spazzatura, differenziata fra plastica e vetro, copertoni, paraurti d’auto e cartelli stradali raccolti lungo una valle.

«Abbiamo deciso di organizzare questa raccolta rifiuti – dice il presidente di Movimento Nuova Castanea Ninni Caprì – nell’ultima giornata in zona gialla per riconsegnare, all’inizio della primavera, un’area dignitosa, ai turisti o alla famiglie che decidono di passare le belle giornate nella natura».

Raccolta rifiuti ai Colli San Rizzo

Continuano così le pulizie della città da parte di organizzazioni cittadine, che in maniera autonoma si mettono all’opera con la raccolta dei rifiuti per rendere Messina più pulita.

«L’intera zona – continua Caprì – versava in uno stato indecoroso a causa della quantità di rifiuti che, osservando lo stato in cui li abbiamo trovati, risiedevano nella foresta da anni». I ragazzi parlano di inciviltà dei concittadini ma anche di assenza di istituzioni.

«L’assenza di istituzioni regna sovrana nella nostra città e in particolare nelle periferie – scrivono. Rappresenta un problema che ormai viviamo quotidianamente. È per questo che con amarezza (perché non dovrebbe essere nostro compito), ma anche con tanta voglia di rendere più bella la nostra terra, ricominceremo le nostre attività di pulizia delle strade».

(81)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.