Pasta cu riquagghiu: la conosci la versione siciliana della carbonara?

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Come ogni 6 aprile, anche oggi si festeggia uno dei piatti più prelibati della cucina italiana: la carbonara. Piatto tipicamente romano apprezzato e reinterpretato in tutto il mondo; anche la Sicilia ha una versione che si chiama “Pasta cu riquagghiu“.

Tornando un attimo al Carbonara Day, la giornata è stata istituita dai pastai dell’Unione Italian Food e dall’International Pasta Organization; a quanto pare, infatti, la combo pancetta e uovo (che deve essere una crema!) sembra essere il condimento preferito dagli italiani e non solo.

Arriviamo quindi alla Sicilia, terra di sole e di sapori, che ha anticipato la carbonara romana: nel 1700, infatti, secondo alcuni ricettari antichi veniva già menzionata la “Pasta cu riquagghiu”, piatto povero della cucina siciliana. Il riquagghiu menzionato fa riferimento alle uova sbattute con dei condimenti, quindi: formaggio (caciocavallo o pecorino), prezzemolo e mollica.

«Dimenticatevi il sugo cremoso della carbonara classica, – scrive il foodblogger Alessandro Pirollo in Cucina Italiana – perché la particolarità della Pasta cu riquagghiu” sta proprio nella consistenza dell’uovo, che si rapprende a contatto con la pentola calda, formando dei delicati fiocchi bianchi. Una vera bomba in combinazione al sapore intenso della pasta ripassata in padella, praticamente fritta». A questo punto non ci resta che cucinare.

La ricetta della Pasta cu riquagghiu

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di pasta (potete scegliere quella che preferite, lunga o corta che sia)
  • 2 uova
  • 60 g di pecorino grattugiato
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Sbattete le uova con un pizzico di sale, aggiungete una manciata di prezzemolo tritato, il pecorino e abbondante pepe. Una volta scolata la pasta, mettete a scaldare qualche cucchiaio di olio in una padella ampia e ripassatevi la pasta per 3-4 minuti. Con il fuoco al minimo, versate l’uovo condito sulla pasta, mescolando velocemente, fino a che l’uovo non si rapprenderà. Per mantecare potete aggiungere un po’ di acqua di cottura. Aggiungete altro prezzemolo e servite con un po’ di mollica. La pasta cu riquagghiu è pronta, adesso invitate un po’ di amici e godetevi il pranzo!

 

(221)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.