Ordinanza Antitir. Confcommercio fa causa al Comune per i mancati incassi dei commercianti

municipioRiceviamo e pubblichiamo:

“Abbiamo letto con molta attenzione l’ultima ordinanza sindacale del nostro stimato primo cittadino Renato Accorinti, a proposito del sua “battaglia delle battaglie“ contro l’attraversamento diurno dei mezzi pesanti che sbarcano al molo Norimberga. Si ha l’impressione di un ulteriore atto d’imperio, camuffato da un presunto regime di emergenza, che vede i commercianti come vittime sacrificali di uno scontro che non li riguarda.
Non esprimendoci su fatti che la nostra categoria subisce ex abrupto, riteniamo, per il bene dell’apparato economico cittadino, ove i commercianti da sempre pesano in termini evidenti, che imposizioni di chiusure forzate, anche in orari che apparentemente possono essere considerati marginali, incrementeranno ulteriormente le perdite commerciali delle ditte destinatarie del provvedimento.
Per tale motivo è stato dato incarico ai consulenti legali di Confcommercio di coordinare gli associati al fine di quantificare il valore medio degli incassi del periodo oggetto di elisione imposto dall’ordinanza sindacale, per avviare una azione nelle sedi competenti, a risarcimento del danno subito dalle attività commerciali colpite dal provvedimento del sindaco Renato Accorinti.
Non è nostra intenzione ergere barricate, auspicando che nessuno faccia il contrario. Siamo altresì disponibili ad un confronto che eviti la penalizzazione imposta dall’Amministrazione Comunale nei confronti delle imprese oggetto dell’ordinanza, concordando adeguate compensazioni rispetto agli attuali balzelli comunali, a parziale risarcimento del danno subito dalla categoria.”

Il presidente di Confcommercio-Messina
Carmelo Picciotto

(43)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *