Museo del Fango, pressing per Expo 2015

Museo del Fango Barrile CannaoSi è svolta stamani, nell’Aula Consiliare di Palazzo Zanca, la conferenza stampa indetta dalla presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, per illustrare i temi relativi alla partecipazione e  all’iscrizione dell’Associazione “Museo del Fango” di Messina all’EXPO 2015 di Milano. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, l’assessore alla Cultura, Tonino Perna; una delegazione  di consiglieri comunali; il presidente della prima Circoscrizione, Vincenzo Messina, con i consiglieri della Municipalità; il presidente del Museo del Fango, Michele Cannaò. La presidente Barrile ha evidenziato che: “Questo incontro nasce dalla mia partecipazione sabato scorso ad una manifestazione tenutasi nell’isola ecologica di Giampilieri nel corso della quale è emersa l’esigenza da parte dei rappresentanti del “Museo del Fango” dello svolgimento delle procedure per consentire la presenza della medesima Associazione all’EXPO 2015 a Milano. L’ipotesi che – ha proseguito la Barrile, insieme al presidente Messina – il plesso della scuola elementare di Giampilieri Superiore  diventi il sito del Museo del Fango, può rappresentare un momento di svolta per l’intero movimento culturale cittadino, per evitare la perdita di una risorsa così importante in quanto il Museo è uno strumento di diffusione dell’immagine della città di Messina in campo nazionale ed internazionale”. Il Museo del Fango è nato subito dopo la tragica alluvione dell’ottobre 2009 da un’idea degli artisti Michele Cannaò, Sara Montani, Togo e del poeta Guido Oldani, per creare nella terra colpita dal disastro un museo fatto di dipinti, sculture, filmati, poesie e racconti, al fine di promuovere la rinascita culturale ed intraprendere insieme agli abitanti di Giampilieri, Scaletta, Itala, Molino e Altolia un cammino di promozione turistica, economica e sociale del territorio.

Secondo quanto dichiarato dall’assessore Perna la delega all’associazione per far partire la richiesta di partecipazione sarà assegnata tra oggi e domani. 

(56)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *