Messina. Scatta il restyling per il Nettuno e per la fontana Falconeri

La fontana del Nettuno e la fontana Falconieri subiranno presto degli interventi di restyling che le riporteranno al loro antico splendore. A comunicarlo è il sindaco di Messina Cateno De Luca che annuncia come presto l’acqua potrebbe tornare a zampillare dai due monumenti.

Uno dei monumenti simbolo della città dello Stretto, la fontana del Nettuno, sarà oggetto lunedì prossimo di un tavolo tecnico che vedrà coinvolte la Sovrintendenza, l’AMAM e l’Università degli studi di Messina. Obiettivo dell’incontro sarà la riqualificazione e la riattivazione del capolavoro di Giovanni Angelo Montorsoli, dove il dio del mare, posizionato di fronte alla Prefettura, sembra tendere la mano per placare e proteggere la città dello Stretto.

Ma anche l’ottocentesca fontana Falconieri di Messina, situata nella piazza della scalinata che porta al Santuario di Montalo, sarà protagonista di un intervento di restauro programmato grazie a una convenzione stipulata con la Soprintendenza. Quest’ultima ha già redatto il progetto esecutivo per il restauro che costerà al Comune di Messina 48.813,26 euro. L’intervento, chiarisce De Luca, rientra nell’ambito di un accordo stipulato con il nulla osta dell’Assessorato Regionale ai Beni Culturali tra Palazzo Zanca e la Soprintendenza. Una volta firmato l’accordo, la Soprintendenza consegnerà al Comune il progetto esecutivo, dopodiché si procederà con la pubblicazione della gara per l’affidamento dei lavori necessari.

Questi due interventi si aggiungono a quelli recentemente portati avanti dall’Amministrazione per riportare l’acqua nelle fontane della città di Messina, a partire da quella di piazza Stazione, per proseguire con quella di piazza Cairoli (che al momento, però, funziona solo a metà).

(395)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *