via cicerone messina

Messina, restyling per la via Cicerone: pavimento, aiuole e illuminazione nuove – FOTO

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La via Cicerone è stata riqualificata. I lavori di restyling a opera del Comune di Messina hanno portato i loro frutti, con l’applicazione di una nuova pavimentazione in pietra lavica recuperate da altre strade comunali e delle aiuole che danno più decoro e lustro a un’arteria del centro storico che fino a poco tempo fa appariva in totale degrado e abbandono.

A un anno dal “blitz” dell’ex sindaco Cateno De Luca, pare essersi risolto anche il complesso contenzioso sulla proprietà di via Cicerone. L’intervento del Comune, infatti, confermerebbe che si tratta di una strada pubblica. A fugare ogni dubbio ci ha pensato il vicesindaco e assessore con delega alla Rivitalizzazione e Decoro Urbano, Salvatore Mondello.

«Fino a poco tempo fa non si comprendeva – dichiara Mondello – di chi fosse la titolarità dell’area. Assodato l’uso pubblico, abbiamo in prima battuta provveduto a fare un progetto di riqualificazione in un’area del centro storico che riguarda anche la via Malvagna e la via Peculio Frumentario, tre strade lasciate nel degrado più totale. Dopo la progettazione, abbiamo reperito e programmato i fondi e finalmente la prima arteria è stata completata, mentre la seconda è in lavorazione e la terza seguirà la seconda. Completeremo il ciclo di riqualificazione una sempre più forte attenzione per le aree centrali della città».

Quanto è costato al Comune di Messina il restyling di via Cicerone? «L’importo complessivo – rivela il Vicesindaco – dei tre lavori (quindi anche di via Malvagna e via Peculio Frumentario, ndr) è di 390.000 euro a base d’asta. I lavori hanno previsto una realizzazione della rete per lo smaltimento delle acque bianche, l’illuminazione, la pavimentazione e la canalizzazione delle acque bianche. Tutte le pietre sono recuperate dalla ex via Don Blasco, quindi è una rigenerazione con un’attenzione al corretto utilizzo dei materiali. Qualche giorno fa ho fatto predisporre un sistema di telecamere, una all’ingresso della strada e un’altra che sarà posizionata. Tutta la strada sarà visionata H24. I malintenzionati si cominciano a preoccupare perché saremo in grado di beccarli rapidamente».

+2

(589)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.