norma cossetto

Intitolare una via di Messina a Norma Cossetto, vittima delle foibe: la proposta di Gioveni

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Il consigliere comunale Libero Gioveni ha depositato una mozione per chiedere l’intitolazione di una via, una piazza o uno slargo di Messina a Norma Cossetto, vittima delle foibe nel 1943. Alla giovane studentessa istriana è stata conferita, nel 2005, la Medaglia d’oro al Merito civile per la sua «luminosa testimonianza di coraggio e di amor patrio».

La mozione presentata dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Libero Gioveni, prende origine dall’istituzione in Italia del “Giorno del ricordo”, che si celebra ogni 10 febbraio per «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale». Lo stesso Comune di Messina, ricorda Gioveni, ogni anno commemora il “Giorno del ricordo” con una «sentita manifestazione partecipata da tutte le autorità civili, militari e religiose davanti alla lapide sita in “Piazza dei martiri delle foibe”».

Fatte queste premesse, il consigliere Libero Gioveni chiede quindi l’intitolazione di una via, piazza, slargo, rotatoria o spazio pubblico della città di Messina alla memoria di Norma Cossetto. La giovane studentessa istriana è stata uccisa e gettata in una foiba dai partigiani del Maresciallo Tito nella notte tra il 4 e il 5 ottobre 1943 dopo essere stata torturata e violentata. A questo link la sua storia.

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.