Inquinamento acustico, norme per i locali dove si balla

Lido estivoE’ in pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune, l’ordinanza del sindaco, Renato Accorinti, rivolta agli esercizi pubblici che effettuano trattenimenti musicali e/o danzanti, per la regolamentazione dell’inquinamento acustico, al fine del contenimento o abbattimento delle emissioni sonore. Dall’1 agosto al 15 settembre, è disposta l’osservanza dei seguenti orari: dalle ore 17 alle ore 01, nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì; dalle 18 alle 03, nei giorni di giovedì, venerdì, sabato e domenica. Fermo restando i limiti massimi di emissione ed immissioni sonore, gli esercizi dotati di apposita apparecchiatura “impianti direttivi per il contenimento delle emissioni sonore” (limitatore acustico o compressore dinamico dei livelli), sono sottoposti all’unico limite delle ore 04 senza alcuna distinzione dei giorni settimanali. Fatta salva l’applicazione di altre norme preordinate al contrasto di illeciti penali ed amministrativi, chiunque, nell’impiego di una sorgente fissa o mobile di emissioni sonore, superi i limiti previsti dalla normativa è punito con la sanzione amministrativa accessoria del pagamento di una somma da 516 a 5.164 euro, nonché la sanzione di cui all’art. 10 del Regolamento comunale per la disciplina di somministrazione di alimenti e bevande. E’ inoltre prevista la contestuale applicazione della sanzione accessoria del sequestro amministrativo cautelare delle apparecchiature e/o degli strumenti di diffusione dei suoni o dei rumori, ai sensi dell’art. 13 della Legge 689/91, e l’eventuale confisca amministrativa, ai sensi dell’art. 20, comma 3, della stessa legge. 

(47)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *