Il Pd Genovesiano propone la sua sui tir. Ironico Cucinotta che trasforma in cartoon il Cavalcavia

consiglieri Pd 2014 tirI consiglieri Pd, vicini alle posizioni di Francantonio Genovese che è socio della Caronte-Tourist, propongono le loro idee sul passaggio dei tir. Una risposta al documento più “duro” dei consiglieri Zuccarello, Sindoni e Cardile e al secondo firmato solo dai primi due. Il gruppo guidato dalla presidente del Consiglio comunale, Emilia Barrile, ha illustrato la sua proposta di delibera dopo la sospensiva del Tar di Catania che ha consentito ai mezzi pesanti di poter transitare, senza multe, sul Cavalcavia e in via La Farina dopo essere sbarcati al Molo Norimberga. Una posizione più morbida, di dialogo e ricerca di punti in comune tra privati e istituzioni per i consiglieri David, Santalco, Contestabile, Cantali, Pagano, Vaccarino, Cucinotta. L’atto “impegna” il sindaco e la giunta a dare attuazione all’indirizzo politico finalizzato a contrastare il transito indiscriminato di tutti i mezzi pesanti dal centro con una soluzione condivisa già sollecitata dal prefetto”; prendere atto che ordinanze e determine non hanno raggiunto l’obiettivo di contrastare il transito di tutti i mezzi pesanti dal centro cittadino; di garantire una maggiore sicurezza delle strade cittadine mediante la riduzione delle deroghe di attraversamento da Tremestieri il cui controllo – per i consiglieri del Pd – debba tornare ai vigili urbani; altro punto è quello di individuare i motivi e le responsabilità che sin qui hanno determinato i ritardi nell’ultimazione dei lavori avviati da oltre tre anni sulla seconda invasatura di Tremestieri; accelerare l’iter di via Don Blasco; aumentare l’ecopass, previo accordo con le organizzazioni di rappresentanza, da 3 a 6 euro. Curioso il commento di Nicola Cucinotta che volendo ironizzare ha trasformato le recenti iniziative sul cavalcavia in un cartone definendo il sindaco Renato Accorinti Braccio di Ferro (Popeye), il consigliere Santi Zuccarello e il presidente del IV Quartiere Francesco Palano Quero Pisellino, la consigliera Nina Lo Presti in Olivia, e l’amministratore della Caronte Vincenzo Franza in Bruto. @Acaffo 

(72)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *