Ialacqua non si nasconde: “La città è sporca”. Lunedì l’annuncio di cassonetti e mezzi

rifiuti luglio 2014Cassonetti e mezzi per la Messinambiente, finalmente. Da settimane, se non da mesi, molte zone della città come Gazzi e il viale Giostra soffrono d’immondizia per la mancata sostituzione dei cassoni che sono stati messi altrove o portati via definitivamente e la gente pensa bene di lasciare i rifiuti sul marciapiede lì dove una volta c’erano i contenitori che restano stracolmi come le strade lasciate in preda ai rifiuti. Il servizio è davvero scadente e sta raggiungendo livelli molto bassi negli ultimi mesi nonostante l’amministrazione comunale e la Messinambiente, targata Alessio Ciacci, vogliano aprire un nuovo corso. Se non è emergenza igienico-sanitaria ci manca poco e la città resta sporca. Lunedì prossimo il sindaco, Renato Accorinti, l’assessore all’ambiente, Daniele Ialacqua, il commissario liquidatore di Messinambiente, Alessio Ciacci, il consulente dell’azienda, Raphael Rossi, terranno una conferenza stampa nella Sala Falcone Borsellino di Palazzo Zanca per presentare alla città i nuovi acquisti per il servizio, mezzi e cassonetti che dovrebbero essere a breve a Messina e rispondere alle richieste dei cittadini. Ialacqua dice: “Renderemo noto l’acquisto di 400 nuovi cassonetti, da anni non se ne compravano e andremo a rimpolpare le postazioni deficitarie, molti sono stati danneggiati e hanno messo degli ostacoli alla normale raccolta dei rifiuti, annunceremo anche l’acquisto di altri mezzi, sempre di seconda mano, per effettuare un servizio migliore”. Ialacqua non si nasconde. Il servizio di raccolta e smaltimento è davvero pessimo e l’esponente della giunta Accorinti lo ammette senza peli sulla lingua: “Purtroppo è vero, la città è sporca – prosegue l’assessore – e in alcuni quartieri siamo a rischio raccolta da più giorni, io inviterei tutti comunque a ricordarsi da dove siamo partiti nella gestione dei rifiuti, ricordo inoltre che dal primo settembre tutti i Comuni siciliani saranno a rischio per mancanza di discariche”. @Acaffo 

(37)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *