giuseppe campagna, presidente ATM Messina

Green pass obbligatorio per bus e tram, Campagna: «Utenza diminuita del 30%»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Primo giorno per l’obbligo di green pass “base” sui mezzi pubblici di Messina. Disposti controlli su bus e tram, con l’ausilio della Polizia Municipale e dei Carabinieri. Abbiamo chiesto al presidente di ATM Spa, Giuseppe Campagna, di raccontarci com’è andata la mattinata: «Abbiamo registrato un calo di viaggiatori del 30%», ha commentato.

Da oggi, lunedì 6 dicembre, per effetto dell’ultimo decreto anti-covid firmato dal Governo Draghi, viaggiare sui mezzi pubblici (e anche su navi, traghetti e aliscafi che attraversano lo Stretto di Messina) è necessario avere il green pass “base”, che viene rilasciato a chi si sottopone a tampone con esito negativo al covid-19. Ascoltiamo il breve intervento del presidente di ATM, Giuseppe Campagna, che ci spiega come si è organizzata l’Azienda e come sono andate queste prime ore.

«Abbiamo presidiato i nostri capolinea – ha spiegato il presidente di ATM, Giuseppe Campagna –, ci siamo coordinati con Prefettura, Questura e con il Comune di Messina. Ci sono stati infatti affiancati i Vigili Urbani e in alcuni posti anche i Carabinieri. Abbiamo iniziato dai capolinea e dalle fermate più trafficate del centro; dopodiché faremo ulteriori controlli a campione in altre aree. Considerando che le fermate sono 1.300 e non ci sono città in Italia che riescono a monitorare tutte le fermate, stiamo cercando di fare tutto il possibile. Invito i cittadini a vaccinarsi e a fare questo ulteriore passo in avanti e vaccinarsi, al di là delle categorie interessate dai controlli. Abbiamo verificato che c’è un calo di viaggiatori di circa il 30%. Lo abbiamo visto soprattutto all’Annunziata dove ci sono i ragazzi che salgono all’Università».

(371)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.