Green pass, esodo estivo e parcheggi selvaggi: la Prefettura dispone più controlli

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Vertice in Prefettura, a Messina, nella giornata di ieri per disporre un rafforzamento dei controlli sul territorio in vista della stagione estiva e delle nuove misure di contenimento anti-covid, tra cui quelle che entreranno in vigore a partire da domani e che riguarderanno l’estensione dell’uso del green pass per accedere a bar e ristoranti al chiuso, e a determinati eventi. Vediamo di cosa si è discusso (e cosa si è deciso) a Palazzo del Governo, al tavolo convocato dal Prefetto, Cosima Di Stani.

Tra gli argomenti principali, i controlli legati al traffico veicolare e al monitoraggio delle infrazioni stradali, con particolare attenzione ai parcheggi selvaggi e alla guida in stato di ebbrezza; l’attenzione al territorio con controlli mirati alla riduzione del rischio di incendi boschivi e di interfaccia; il soccorso alle persone più vulnerabili e che maggiormente potrebbero risentire dell’innalzamento delle temperature; il monitoraggio sull’applicazione della normativa riguardante il green pass.

Proprio a quest’ultimo punto è stata dedicata una importante porzione dell’incontro che ha visto protagonisti anche i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato, con i quali si sono valutate le iniziative da portare avanti per supportare i gestori di bar e ristoranti nello svolgimento delle verifiche. Da domani, venerdì 6 agosto, infatti, per accedere alle attività di ristorazione al chiuso (ma non per consumare un caffè al bancone) sarà necessario essere in possesso del green pass (attestante che la persona in questione ha fatto anche una sola dose del vaccino anti-covid, è guarito dal coronavirus o ha effettuato un tampone risultato negativo nelle 48 ore precedenti). In proposito, il Prefetto ha raccomandato una costante opera di sensibilizzazione da parte delle organizzazioni di categoria bei confronti degli operatori e dell’utenza, assicurando, a tal fine ogni possibile supporto da parte delle Forze di Polizia.

In vista poi dello svuotamento dei centri urbani e della corsa verso le località turistiche e di villeggiatura, saranno intensificati i controlli sul territorio proprio in queste zone. In particolare, spiegano dalla Prefettura, è previsto: «Un rafforzamento delle misure generali di vigilanza nonché il potenziamento dei servizi di prevenzione, allo scopo di incrementare le forme di contrasto delle fattispecie di reato predatorie, specie nei confronti dei soggetti più deboli». Maggiori controlli saranno predisposti, come anticipato, per quel che riguarda la gestione del traffico stradale. Più pattuglie saranno impiegate per monitorare e sanzionare i parcheggi selvaggi e per vigilare sui flussi veicolari con particolare attenzione «a quanti si dovessero porre alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti».

All’incontro hanno partecipato, oltre all’Assessore comunale con delega alla Polizia Municipale, il Questore, i Comandanti Provinciali della Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco, l’Ispettore ripartimentale delle Foreste, il Dirigente della Polizia Stradale, il Commissario Straordinario per l’emergenza Covid, il referente per le emergenze dell’ASP ed il Direttore  della centrale operativa del 118, i Comandanti delle Capitanerie di Porto di Messina e di Milazzo, il Dirigente della Sezione ANAS ed il Direttore d’esercizio del CAS .

(161)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.