Foti, milazzese, si presenta. Mezzi per l’Atm e collaboratori giungeranno da Torino

presentazione Giovanni FotiIl sindaco, Renato Accorinti, gli assessori alla mobilità e viabilità urbana, Gaetano Cacciola, e al personale, Nino Mantineo, il segretario generale, Antonio Le Donne, ed il Commissario speciale dell’Atm, Domenico Manna, hanno presentato stamani ai giornalisti a palazzo Zanca, il nuovo direttore generale dell’ATM, Giovanni Foti, che si insedierà mercoledì 28 maggio e coordinerà anche le linee di azione tra le due società di trasporti, l’ATM e la GTT (Gruppo Torinese Trasporti) di Torino. Nel corso dell’incontro, cui ha partecipato il direttore TPL, MetroFerro e parcheggi-GTT, Gian Piero Fantini, è stata proiettata una clip col saluto dell’assessore alla mobilità e viabilità del comune di Torino, Claudio Lubatti.

“Questo accordo di collaborazione – hanno evidenziato il sindaco Accorinti e l’assessore Cacciola – rappresenta un passo determinante, al fine di migliorare il servizio Trasporto Pubblico Locale della nostra città; la scelta è stata ponderata, dato che il Comune di Torino ed in particolare l’azienda GTT sono riconosciute leader nazionale ed internazionale nel settore, avendo varato progettualità all’avanguardia per la mobilità sostenibile e per l’infomobilità. Al momento del nostro insediamento a palazzo Zanca c’erano dodici autobus e abbiamo trovato tantissimi debiti accumulati dalle gestioni precedenti; il nostro obiettivo è potenziare il servizio e renderlo più fruibile da parte della cittadinanza”.

“Al di là delle mie grandi sensazioni personali ed emotive per questo incarico – ha dichiarato Foti – ho avuto modo negli ultimi giorni di muovermi in incognito qui a Messina sugli autobus ed in azienda. C’è tanto da fare e lo sapevamo già, ma c’è chi lavora in modo serio. Tutti insieme dobbiamo riuscire a migliorare i servizi, a renderli più efficienti, riducendo i tempi di attesa. Quindici autobus della dotazione GTT saranno trasferiti a Messina”.

La nomina di Foti(che guadagnerà 90mila euro circa contro i 140mila di Claudio Conte) attuale Direttore Sviluppo Tecnologie del Gruppo Torinese Trasporti SpA e responsabile per GTT del progetto BIP (Biglietto Integrato Piemonte), si inserisce nell’ambito di un più ampio programma di collaborazione e sinergie tra le città metropolitane di Messina e Torino, per favorire lo scambio di esperienze progettuali, al fine di razionalizzare la gestione dei servizi, specie quelli del Trasporto Pubblico Locale. L’ATM e la GTT di Torino stanno elaborando un protocollo d’intesa finalizzato all’ottimizzazione del servizio del trasporto pubblico della città di Messina, con il supporto e la consulenza del Gruppo Torinese Trasporti, grazie al suo contributo in termini di tecnologie, infomobilità, funzionamento e manutenzione. Giovanni Foti , 61 anni, nato a Torino e laurea con lode in architettura al Politecnico della sua città, vanta nel suo curriculum una vasta esperienza nel settore del trasporto pubblico locale ed in particolare sui sistemi che possono rendere i servizi più redditizi. Tra tutti, il “5T-Teconologie Telematiche Trasporti Traffico Torino”, un esperimento lanciato per raggiungere la piena integrazione tra traffico pubblico e privato, al fine di rispondere alle esigenze di mobilità urbana, svolgere funzione di supervisione della mobilità urbana e fornire ai cittadini servizi informativi in tempo reale e di alta qualità. A Torino Foti ha tra l’altro avviato il progetto BIP, il Biglietto Integrato Piemonte , un nuovo sistema di bigliettazione elettronica per bus, tram e metropolitana, installato su 2000 veicoli, 1300 rivendite che prevede titoli di viaggio elettronici, basato su tecnologia smart contactless per caricare abbonamenti ed altri titoli dal cartaceo al digitale. Grazie ad una smart card, che sostituisce il tradizionale abbonamento o il biglietto cartaceo, si può accedere a qualsiasi mezzo pubblico in qualunque zona del territorio regionale; essa permette di usufruire dei servizi di trasporto sull’intero ambito regionale per accedere ai servizi di bike-sharing, di car-sharing o di parcheggio. Tra le c ompetenze di Foti le conduzioni di progetti di ricerca nell’ambito di programmi di finanziamento nazionali: CNR PTF Trasporti, Programma Strategico della Mobilità e sui sistemi telematici applicati ai trasporti e al traffico nell’ambito di programmi di finanziamento europei (Programmi Quadro): Quartet, Fluids, Quartet Plus, ecc; la coordinazione tecnica del progetto nazionale “Simone” nell’ambito del Programma ELISA Programma Enti Locali Innovazione di Sistema del Dipartimento Affari Regionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; la presentazione di relazioni e pubblicazioni a convegni nazionali e internazionali nell’ambito dei sistemi di trasporto e del traffico, inclusi vari ITS (Intelligent Transport System) World Congress; collaborazioni con l’Università ed il Politecnico di Torino su studi e ricerche connesse a traffico e trasporti; docenze per Master sui temi della telematica dei trasporti e sulle esperienze di gestione di centrali del traffico e dei trasporti e membro del Consiglio Direttivo di Club Italia Contactless Technologies Users Board. Tra le esperienze lavorative nel 1982/1998, la Direzione Pianificazione di ATM Torino, responsabile dell’area Sistemi e Automazione e vice-coordinatore dello sviluppo del progetto 5T (sistema telematico a larga scala per il miglioramento del traffico e dei trasporti a Torino) e di diversi progetti di ricerca; responsabile della sperimentazione e della realizzazione del sistema SIS di monitoraggio e regolazione della flotta dei mezzi pubblici di Torino; nel 1999/2000, responsabile della direzione 5T in ATM Torino; direttore del consorzio 5T tra aziende pubbliche e private per la realizzazione e la gestione del progetto 5T; nel 2001/2010, direttore generale di 5T srl, responsabile della realizzazione di progetti innovativi al servizio dei cittadini e degli Enti che la partecipano (GTT, Comune di Torino, Regione Piemonte, Provincia di Torino) e della gestione dei relativi contratti di servizio, quali Sistema 5T, controllo accessi alla ZTL, controllo semaforico, infomobilità, BIP, car sharing, controllo della velocità, Sistemi di videosorveglianza per bus, tram e metro; responsabile della realizzazione e della gestione della Centrale Operativa del Traffico (TOC) per la mobilità nell’area olimpica durante le Olimpiadi invernali di Torino 2006; sviluppo di progetti di ricerca nazionali ed europei e accordi di sperimentazione di progetti innovativi con aziende leader internazionali sui temi dell’infomobilità (quali Google, Navtecq, ecc.); nel 2006/2013, membro della commissione di collaudo tecnico amministrativo degli impianti di sistema della linea 1 della metropolitana automatica di Torino – tratta Collegno-Porta Nuova (prima metropolitana automatica in Italia); nel 2010/2011, direttore TPL di GTT, responsabile del servizio di trasporto pubblico dell’area torinese (esercizio e manutenzione di bus e tram); dal 2011 direttore sviluppo tecnologie di GTT e più volte presidente o membro di commissioni di gara per valutazioni tecnico-economiche per impianti e sistemi ad alto contenuto tecnologico nell’ambito del TPL e della mobilità. Le cariche pubbliche e gli incarichi in società o altri enti sono state: nel 2010/2012, consigliere di amministrazione del Consorzio Extra.To tra le aziende di trasporto pubblico del territorio della Provincia di Torino e dal 2011, consigliere di amministrazione della Società 5T Srl (Tecnologie, Telematiche, Trasporti, Traffico, Torino) partecipata da GTT, Comune di Torino, Regione Piemonte, Provincia di Torino. Il Gruppo Torinese Trasporti (GTT) è una società di proprietà al 100 per cento della città di Torino. Presidente e Amministratore Delegato è l’ing. Walter Ceresa, a cui rispondono i direttori del Line Management (Trasporto pubblico locale, Metroferro, Commerciale e marketing, Parcheggi) e dello Staff Management (Finanza, Legale, Risorse Umane). I dipendenti di GTT sono circa 5 mila e n egli ultimi anni GTT si è aggiudicata la gara della rete urbana di Torino (per 15 anni dal 2012) e la gara per la rete extraurbana attraverso il Consorzio EXTRA.TO (6 anni dal 2011). GTT gestisce una linea di metropolitana automatica, 8 linee tranviarie, 83 linee urbane e suburbane, 80 linee extraurbane, 2 linee ferroviarie, 3 linee turistiche a Torino e provincia e nelle Province di Asti, Alessandria e Cuneo. La produzione chilometrica nel 2013 è stata di 68 milioni 600 mila chilometri. Le previsioni relative al bilancio 2013 attestano il valore della produzione a 470 milioni di euro. Negli ultimi anni si è registrato una forte crescita dei ricavi da traffico e sosta (biglietti): nel 2012 rispetto al 2011, l’incremento è stato di 15,2 milioni di euro. Nel corso del 2013, i ricavi sono stati sostanzialmente in linea con lo stesso periodo dell’anno precedente, ma in concomitanza di una considerevole crisi a livello europeo. I passeggeri sono aumentati del 4 per cento, dal 2011 al 2012, e nel 2013 non ci sono state variazioni (circa 200 milioni di viaggi). Sono stati investiti 60 milioni di euro nel rinnovo della flotta (250 nuovi autobus). L’età media del parco autobus è di 8,8 anni. Il parco veicoli è costituito da 1.200 bus, 200 tram, 58 vetture di metropolitana, 40 treni e 2 motonavi. La metropolitana automatica è stata la prima in Italia, ha 21 stazioni, una lunghezza di 12,5 km, una frequenza di servizio di 2 minuti e un’efficienza pari al 99,8 per cento. 

(73)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *