Direttive Alfano anticontraffazione, in Prefettura il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza

vu cumpra

Si è svolta ieri alla Prefettura una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduta dal prefetto Stefano Trotta, alla quale hanno partecipato i responsabili delle forze di polizia, i sindaci dei comuni ad elevata vocazione turistica, i comandanti delle capitanerie di porto e i rappresentanti dell’azienda sanitaria provinciale.

 

 Non sono intervenuti, anche se invitati, i rappresentanti delle associazioni di categoria interessate (Confindustria, Confartigianato e Confcommercio).

 

Nel corso dell’incontro è stata presa in esame la recente direttiva del Ministro dell’Interno con la quale si è richiamata la necessità di esercitare un’efficace attività di prevenzione e contrasto ai fenomeni dell’abusivismo commerciale e della contraffazione, che rappresentano un forte elemento di turbativa all’economia legale, con conseguenze negative sul piano della salute, della sicurezza e, talvolta, anche dell’ordine pubblico.

 

È stato quindi sottolineato il preminente rilievo delle competenze attribuite alla Guardia di Finanza in materia di verifica dell’osservanza degli adempimenti amministrativi e fiscali a tutela degli operatori commerciali in regola.

 

È emersa, inoltre, l’esigenza di ricorrere al contributo delle polizie locali alle quali è demandato per legge il controllo sull’osservanza delle prescrizioni in tema di commercio.

 

Sono stati i sensibilizzati i sindaci intervenuti  affinché agevolino la predisposizione dei servizi di contrasto delle condotte illegali in questione e nel contempo forniscano un adeguato supporto logistico alle attività di accertamento, anche con la messa a disposizione di idonei locali di deposito dove poter custodire il materiale posto sotto sequestro in attesa delle decisioni dell’Autorità giudiziaria.

 

Su disposizione del Prefetto sono stati programmati, per i prossimi mesi, dedicati servizi interforze coordinati dalla Questura, con la partecipazione delle Polizie municipali, nelle zone in cui si registra una maggiore incidenza del fenomeno.

 

Il Prefetto ha aggiunto che interesserà comunque della problematica anche le associazioni di categoria, affinché forniscano il proprio prezioso contributo conoscitivo sul fenomeno e nel contempo predispongano mirate campagne informative rivolte all’utenza e ai cittadini e intese ad evidenziare i negativi effetti di distorsione del mercato e i rischi anche per la salute derivanti dall’acquisto e dall’utilizzo di prodotti contraffatti.

 

 

(80)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *