Bellavista mare e Pilone, Torre Faro - Messina

Dai parcheggi alla Ztl: cosa potrebbe cambiare per l’isola pedonale di Torre Faro

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Il Consiglio Comunale ha votato “sì” ai correttivi già approvati in Commissione all’isola pedonale di Torre Faro, ma il cammino per le modifiche si presenta in salita. La palla, infatti, passa ora all’amministrazione, che sembra avere (almeno in parte) idee ben diverse. Tra le proposte del Civico Consesso: l’istituzione di una Ztl in (quasi) tutto il villaggio e parcheggi riservati per i residenti. Gli assessori Salvatore Mondello e Dafne Musolino hanno però già comunicato che quest’ultima ipotesi non è per loro attuabile e hanno espresso parere favorevole a una contro-proposta del Gruppo Misto.

Aula compatta ieri in Consiglio Comunale. O quasi, perché sebbene l’atto di indirizzo contenente i correttivi per l’isola pedonale di Torre Faro sia stato votato favorevolmente, il Gruppo Misto si è astenuto. I consiglieri Ciccio Cipolla, Nello Pergolizzi, Serena Giannetto e Alessandro De Leo  hanno chiesto alla Giunta una tariffa agevolata per la sosta dei residenti al parcheggio Torri Morandi (mentre il resto dell’Aula ne chiedeva la gratuità). La proposta è stata accolta dagli assessori Salvatore Mondello e Dafne Musolino, che nei prossimi giorni dialogheranno con ATM spa per stabilire le modalità di applicazione della misura. La tariffa per i residenti nell’area di sosta di via pozzo Giudeo sarà di 1 euro al giorno.

Salta, quindi, l’idea di istituire parcheggi riservati per i residenti, passata sia in Commissione che in Consiglio. Ricordiamo, infatti, che l’ultima parola in questo frangente spetta alla Giunta: «In merito alle richieste formulate con la mozione consiliare – si legge in una nota pubblicata sul sito del Comune –, l’Amministrazione, rappresentata in aula dall’Assessore Dafne Musolino, ha richiamato i pareri che i tecnici, nella persona del Dirigente del Dipartimento Viabilità ing. Antonio Cardia e dell’ing. Bruno Bringheli dell’Ufficio Viabilità avevano già espresso sulle proposte nelle precedenti sedute di Commissione consiliare, dove era stato chiarito come in un’area in cui è consentito il parcheggio libero su suolo pubblico, non sia possibile riservare degli stalli di sosta al di fuori delle ipotesi previste dal Codice della Strada (taxi, mezzi di soccorso, mezzi delle Forze dell’Ordine)».

Ma riguardiamo velocemente le proposte del Consiglio Comunale: gratuità del parcheggio Torre Morandi per i residenti di Torre Faro; un servizio bus navetta con partenza e arrivo al parcheggio di interscambio Torri Morandi e lungo il percorso dell’isola pedonale, con biglietto integrato del parcheggio e del bus pari 2,50 euro h24 per ogni autovettura (attualmente è attivo fino alle 2 di notte, ndr); pass residenti e proprietari di immobili, da utilizzare per tutte le vie del villaggio, ad eccezione dell’isola pedonale, attraverso l’istituzione di parcheggi dedicati tramite segnaletica orizzontale e verticale; l’istituzione della zona a traffico limitato per tutto il villaggio di Torre Faro, ad eccezione dell’area interessata dalla pedonalizzazione.

Di queste quattro proposte resterebbero in piedi solo la seconda e la quarta (che abbiamo evidenziato in grassetto, ndr). «Il Consiglio – ha sottolineato la capogruppo del Movimento 5 Stelle (M5S), Cristina Cannistrà – ha fatto la sua parte, con la collaborazione dei cittadini, cercando di venire incontro alle esigenze di residenti, turisti e attività commerciali. Adesso la palla passa all’Amministrazione: vedremo se verranno ascoltate le richieste dell’Aula e della cittadinanza o se continueranno a perseverare con scelte sbagliate e controproducenti, certificate dalle continue e modificative delibere di Giunta»,

(91)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.