Coronavirus, parte il rimborso per gli abbonamenti Trenitalia: chi può richiederlo e come

Avviate le operazioni per il rimborso degli abbonamenti regionali Trenitalia non usati a causa dell’emergenza coronavirus e del conseguente lockdown. Una misura messa a punto dalle Regioni in sinergia con Trenitalia.

«Una scelta doverosa – dice l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone – che inseriamo nel nuovo contesto virtuoso di crescita dei servizi e rinnovata attenzione al trasporto su ferro in Sicilia. Dopo anni di stasi crescono i passeggeri, si investe sulle infrastrutture e sui nuovi treni, recuperando il tempo perduto e dando più attenzioni agli utenti».

La richiesta di rimborso può essere presentata entro il 31 dicembre 2020.

Il rimborso per gli abbonati è diviso in:

  • Rimborso dei biglietti di corsa semplice;
  • Rimborso per mancato o parziale utilizzo dell’abbonamento regionale con applicazione sovraregionale per Covid-19.

Come richiedere il rimborso dell’abbonamento Trenitalia

Tutti coloro i quali non hanno potuto utilizzare – causa coronavirus – l’abbonamento regionale del treno, adesso possono chiedere il rimborso. Ecco chi può richiederlo e come.

Hanno diritto al rimborso i possessori di:

  • abbonamenti mensili validi per il mese di marzo (solo dal 6 al 31);
  • abbonamenti mensili validi per i mesi di aprile e maggio 2020;
  • abbonamenti annuali validi nel periodo dal 6 marzo al 10 giugno 2020;
  • Sono esclusi gli abbonamenti settimanali. L’utente dovrà indicare nella dichiarazione sostitutiva la motivazione del mancato utilizzo.

Il rimborso potrà avvenire in una delle seguenti modalità:

  • Voucher di importo pari all’ammontare del valore dei giorni non fruiti. Il voucher potrà essere utilizzato per l’acquisto di titoli di viaggio a tariffa regionale Sicilia entro 12 mesi dalla data di emissione e non oltre il 31 dicembre 2021. Il voucher può essere richiesto solo dal titolare dell’abbonamento e, in caso di minori, dal genitore/tutore del minore;
    Le credenziali voucher del valore inferiore o pari a 300 euro sono spendibili in un’unica soluzione; le credenziali voucher del valore superiore a 300 euro sono spendibili in due soluzioni.
  • Proroga di validità per un periodo corrispondente a quello durante il quale non è stato possibile utilizzare l’abbonamento, entro il 31 dicembre 2021.

Solo nel caso in cui il viaggiatore dichiari di non avere più la necessità di usufruire del servizio di trasporto e rientri in una delle seguenti categorie:

  • studenti al termine del ciclo scolastico (scuole secondarie di II grado) o universitario e studenti che hanno cambiato sede di studio, che presentino apposita attestazione da parte dell’istituto scolastico/universitario (diploma/laurea o nullaosta/iscrizione altro corso di studi);
  • lavoratori che hanno cessato la propria attività/rapporto di lavoro o che siano stati soggetti di provvedimento di trasferimento di sede lavorativa, che presentino apposita attestazione (comunicazione cessazione attività alla Agenzia delle Entrate, comunicazione datoriale di cessato rapporto di lavoro o provvedimento di trasferimento/pensionamento), il rimborso potrà avvenire con ritiro del denaro presso una biglietteria Trenitalia/assegno/bonifico.

Il rimborso sarà calcolato in misura proporzionale tra i giorni di mancato utilizzo e il periodo di validità dell’abbonamento, in base a quanto indicato nella dichiarazione sostitutiva. Ad esempio: se l’abbonamento mensile aveva una validità di 31 giorni e si dichiara di non averlo utilizzato per 10 giorni, il rimborso sarà pari a 10/31 del valore dell’abbonamento.

Per richiedere il rimborso, il cliente deve compilare – per ciascun abbonamento – la dichiarazione sostitutiva ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445 e il modulo di richiesta da consegnare o inviare a Trenitalia con allegata la fotocopia o la scannerizzazione o la foto dell’abbonamento (solo per richieste tramite mail) e del documento d’identità (salvo consegna in biglietteria attraverso identificazione e apposizione della firma sulla dichiarazione in presenza del dipendente addetto a riceverla):

  • tramite e-mail, all’indirizzo: rimborsi.sicilia@trenitalia.it
  • presso le Biglietterie Trenitalia;
  • tramite posta ordinaria a: Trenitalia – Direzione Regionale Sicilia, via Oreto Nuova-Fondo Alfano s.n.c., 90124 Palermo.

Modulo per la richiesta di rimborso

Dichiarazione sostitutiva

(207)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *