edilizia

Coronavirus. Cantieri edili chiusi alle 14: cosa prevede la nuova ordinanza De Luca

Pubblicato il alle

3' min di lettura

lavoroNuove misure sono state varate a Messina per disciplinare i cantieri attivi, a partire dai limiti posti agli orari di lavoro. A determinarle è la nuova ordinanza di contrasto al coronavirus firmata dal sindaco Cateno De Luca e pubblicata ieri, che entrerà in vigore dalle 12.00 di oggi, venerdì 20 marzo .

L’ordinanza riguardante i cantieri è nata a seguito delle richieste e delle segnalazioni provenienti dalle imprese stesse e derivanti, da un lato, dall’impossibilità di procedere rispettando le misure di sicurezza; dall’altro, dalle difficoltà riscontrate nel reperimento dei materiali necessari, a causa delle limitazioni ai trasporti disposte dai provvedimenti di contrasto al coronavirus. In sostanza, le ditte che lo richiedano, potranno sospendere i lavori senza perdere, una volta che l’emergenza sarà conclusa, la possibilità di riprenderli.

Ad annunciare l’ordinanza erano stati, durante la diretta Facebook di ieri, il sindaco Cateno De Luca e il Vicesindaco Salvatore Mondello, che ha chiarito come sia già stata concessa la sospensione di alcuni lavori pubblici in corso, come quelli di via Don Blasco, del porto di Tremestieri e di Portella Arena. Per garantire alle imprese di proseguire con le attività una volta finita l’emergenza, sono state varate delle misure di blocco dei termini di scadenza delle autorizzazioni. Infine, sono stati disposti, per i cantieri che resteranno attivi e per quelli che non possono essere sospesi perché finalizzati alla messa in sicurezza di strade o edifici, degli orari da rispettare.

Cosa dice l’ordinanza De Luca sui cantieri

Per tutta la durata di efficacia del DPCM 11 marzo 2020, e dunque fino al 25 marzo 2020, salvo eventuali proroghe e/o revoche che venissero disposte con provvedimenti statali,

  • La sospensione, di tutti termini di decorrenza di validità dei provvedimenti autorizzatori e/o licenze e/o permessi rilasciati dal Comune di Messina (Permessi di costruire e tutti i titoli abilitativi, occupazione suolo, ecc.) con esclusione degli interventi destinatari di messa in sicurezza a tutela della pubblica e privata incolumità; le imprese ed il personale tecnico impiegati nell’esecuzione di tali interventi sono autorizzati a prestare l’opera prevista fino alla loro messa in sicurezza;
  • Le imprese impegnate in esecuzioni di lavori, che faranno esplicita richiesta di sospensione, devono essere autorizzate dalla Direzione Lavori a sospendere le attività. Per tutta la durata della sospensione tutti i termini restano interrotti;
  • I cantieri che rimarranno attivi, dovranno limitare le ore lavorative effettuando orario continuativo dalle ore 7.00 alle 14.00.

Le sanzioni per chi non rispetta l’ordinanza

Chi viola l’ordinanza riguardante i lavori nei cantieri può essere sanzionato con multe che vanno da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro, stabilendo il pagamento in misura ridotta di 450 euro.

(1709)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.