Chiusura autostrada A18, De Luca (M5S): «Inconcepibile, le ditte lavorino anche di notte»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Dovrebbero durare 10 giorni i lavori di messa in sicurezza dell’autostrada A18 Messina-Catania e quindi la conseguente chiusura del tratto che va da Roccalumera e Tremestieri. Situazione, questa, che sta mettendo a dura prova il traffico in buona parte della provincia dello Stretto, dove ad aggravare il tutto c’è l’ondata di maltempo prevista per i prossimi giorni. A commentare è il deputato ARS Antonio De Luca (M5S), che critica aspramente il CAS e il Governo Regionale: «È inconcepibile che il collegamento tra due città metropolitane resti interrotto perché le ditte non lavorano la notte, o il sabato e la domenica, o perché non si riesce a reperire il catrame».

La prima giornata (e mezzo) è andata, tra code chilometriche e tanti disagi, soprattutto per i lavoratori che già da lunedì pomeriggio si sono trovati dirottati sulla strada statale 114 a causa della caduta di un grosso masso sull’autostrada A18 Messina-Catania. Immediata, infatti, la chiusura della tratta interessata, tra Roccalumera e Tremestieri, e l’avvio degli interventi di messa in sicurezza. Interventi che però, come sottolinea l’esponente pentastellato dell’Assemblea Regionale Siciliana, non dureranno meno di 10 giorni.

Secondo Antonio De Luca, infatti, si dovrebbe spingere sull’acceleratore per ridurre al minimo i disagi, anche in ragione delle previsioni meteo, che preannunciano due giorni di pioggia intensa in provincia di Messina (e in generale nella Sicilia Orientale). «Per monitorare e rendere percorribile la carreggiata – dichiara il Deputato durante una Seduta dell’Ars –, sarebbe sufficiente che le ditte accettassero di lavorare anche negli orari notturni, il sabato e la domenica. In questo momento ci sono migliaia di mezzi che attraversano non solo la strada statale 114, ma anche delle bretelle provvisorie, come nel Comune di Alì, dove si è combinato un manicomio. E non è detto che queste strutture emergenziali siano in grado di reggere questo traffico. Questo Governo si rende conto che sta mettendo a repentaglio migliaia di automobilisti siciliani? È un fatto cui l’assessore Marco Falcone deve porre rimedio immediatamente. In caso di nuovo evento alluvionale c’è il rischio che quella bretella venga travolta».

(363)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.