Bonus Energia Sicilia: quali imprese lo possono richiedere e come

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Cambia il Bonus Energia Sicilia. Si amplia infatti il numero dei potenziali beneficiari del contributo che, d’ora in poi, potrà essere richiesto anche dalle imprese appartenenti al settore della sanità e a quello dell’istruzione (per intenderci, anche asili nido o RSA). La misura mira ad alleggerire le tasche dei siciliani, provate dalla crisi energetica in corso. Vediamo come funziona, chi può richiederlo e come.

È online il bando da 150 milioni di euro approvato dalla Giunta Schifani nei giorni scorsi per l’avvio delle domande per l’ottenimento del Bonus Energia Sicilia. Ad annunciarlo è l’assessore alle Attività Produttive, Edy Tamajo: «Aiuteremo le imprese siciliane – afferma – ad affrontare i rincari dei costi dell’energia causati dalla crisi internazionale a seguito del conflitto in Ucraina aumenti che stanno mettendo a rischio la sopravvivenza di molte aziende siciliane».

Bonus Energia Sicilia: cosa cambia nel 2023

Innanzitutto, il nuovo Bonus Energia Sicilia amplia la platea di imprese che possono richiedere il contributo. Potranno infatti accedervi un totale di 351.491 aziende attive nell’Isola. Questo un primo elenco dei settori coinvolti:

  • agricoltura, silvicultura e pesca;
  • estrazione di minerali da cave e miniere;
  • attività manifatturiere;
  • costruzioni;
  • commercio all’ingrosso e al dettaglio;
  • alcuni settori dediti al trasporto e magazzinaggio;
  • attività di servizi di alloggio e di ristorazione;
  • servizi di informazione e comunicazione;
  • attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • noleggio;
  • agenzie di viaggio;
  • servizi di supporto alle imprese;
  • istruzione;
  • attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento e altre attività di servizi;
  • attività sanitarie e di assistenza sociale.

L‘elenco completo e dettagliato per ogni categoria è disponibile a questo link.

Come funziona e a quanto ammonta

Il Bonus Energia Sicilia per le imprese siciliane sarà stabilito in funzione del fabbisogno di liquidità determinato dalla crisi energetica calcolato in percentuale (30%) sull’aumento (rispetto alle tariffe 2021) del costo energetico (gas o elettrico o entrambi) riferito al periodo dal primo febbraio 2022 alla data dell’ultima fattura di fornitura disponibile, in base alle fatture emesse nei confronti dell’impresa che partecipa alla procedura e riferite a una o più sedi operative ubicate in Sicilia (fino ad un massimo di tre sedi). Alle imprese che hanno registrato un aumento minimo di 5mila euro sarà concesso l’aiuto che può essere massimo di 20mila euro per ogni singola azienda.

Come richiedere il Bonus Energia Sicilia

La domanda per l’ottenimento del Bonus Energia Sicilia va presentata esclusivamente sul portale telematico Sportello Incentivi dalle ore 12.00 del 14 febbraio 2023 alle ore 12.00 del 14 marzo 2023.

A questo link è possibile scaricare il bando e tutti gli allegati.

 

(288)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.