falcone ponte

Sicilia, in arrivo 60 milioni di euro per il CAS (ma una parte andrà all’Anas)

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Consorzio Autostrade Siciliane riceverà da Roma 60 milioni di euro per cantieri e imprese. Una parte della somma totale, però, sarà usata per saldare un debito che il CAS aveva con l’Anas. Soddisfatto l’assessore regionale a Infrastrutture e Mobilità, Marco Falcone: «Missione compiuta – ha commentato. Lo sblocco di queste somme è diventato possibile grazie al risanamento del Consorzio voluto dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci».

L’accordo, fanno sapere dalla Regione, è stato raggiunto dall’assessore Falcone durante un vertice che si è tenuto al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. Le risorse a disposizione potranno essere usate per “dare respiro” ai cantieri, come per esempio quello della Siracusa-Gela e alle imprese impegnate dei lavori. Più nello specifico, di questi 60 milioni di euro, una prima porzione da 35 milioni di euro arriverà nell’immediato e consentirà di saldare un debito che il CAS aveva con l’ANAS. I restanti 25 milioni di euro saranno liquidati al Consorzio entro giugno.

Soddisfatto l’assessore a Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana, Marco Falcone: «È stata molto apprezzata – ha evidenziato – l’attività di riordino dei conti dell’Ente, un’azione che portiamo avanti da tre anni e che ha reso il Cas finalmente credibile, affidabile e più efficiente. Un ringraziamento non possiamo che rivolgerlo al direttore generale del ministero Felice Morisco, che segue con pazienza e attenzione il percorso di risanamento del CAS. Ora pagheremo le imprese e daremo nuovo slancio ai cantieri che abbiamo aperto su tutta la rete autostradale, dopo anni di stasi». Ad accompagnare l’esponente della Giunta Musumeci al vertice al MIT, il direttore generale del Consorzio autostrade siciliane, Salvatore Minaldi.

(102)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.