Riparte la Metroferrovia, ma la città attende il biglietto integrato

Pubblicato il alle

2' min di lettura

 

FERROVIE SICILIANE Metroferrovia: si riparte il 6 settembre

Si apre un nuovo capitolo della lunga e contorta vicenda “Metroferrovia”. Da questa mattina è, infatti, ripreso il servizio con 14 coppie di treni che faranno la spola tra la stazione centrale e Giampilieri. Una rimodulazione prevista dal nuovo orario di Trenitalia entrato in vigore ieri.

Alle 5.45  è partita la prima corsa dalla stazione centrale. Il tempo di percorrenza per raggiungere Giampilieri è stimato in mezz’ora con otto fermate intermedie. L’orario è stato calcolato per far fronte alle esigenze dei pendolari che dalla periferia sud raggiungono il centro cittadino nella prima mattinata. Nella direzione opposta, è invece garantita una corsa ogni ora tra le 12.45 e le 14.45. Piccolo neo nel tardo pomeriggio: l’ultimo treno Minuetto da Messina Centrale per Giampilieri parte infatti alle 18.50. C’è però una modifica che potrebbe arrecare qualche disagio ai pendolari della provincia jonica. Con il nuovo orario, Giampilieri è classificata come stazione di scalo e soltanto due treni regionali da e per Catania effettueranno fermate intermedie a Galati. Chi proviene dalla provincia, dovrà quindi scendere a Giampilieri e usufruire della Metroferrovia.

Ma per ottimizzare il servizio occorre avviare una volta per tutte i collegamenti a pettine con gli autobus e l’ormai famoso biglietto integrato. In tal senso, i nuovi cinque mezzi Atm potrebbero essere utilizzati per collegare i villaggi collinari con le stazioni. Vi è infatti l’intenzione di sperimentare il servizio nelle ore mediane della giornata. Il biglietto unico rimane ancora un miraggio: Atm e Ferrovie dovrebbero presto tornare a dialogare.

 

(169)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.