Dopo 2 anni la Villa Dante torna illuminata

Dopo due anni di buio, la Villa Dante torna ad essere illuminata. Furti di rame, atti vandalici, la scarsa vigilanza, avevano costretto i cittadini a vivere la villa fino ad una determinata ora del giorno.

E’ stato attivato da ieri sera il nuovo impianto di pubblica illuminazione di villa Dante costituito da 58 corpi illuminanti e 12 proiettori. La struttura di nuova concezione utilizza corpi illuminanti LED che complessivamente impegnano una potenza di 5,7 kW al posto dei circa 40 kW del vecchio impianto di illuminazione, che era costituito da ben 234 corpi illuminanti e 15 proiettori.

I costi previsti per consumi si ridurranno dai circa 38 mila euro annui ai 5.500, con una diminuzione di CO2 connessa di circa 48 tonn/anno.

L’impianto è controllato da un quadro elettrico munito di orologio astronomico per il costante adeguamento degli orari di accensione e spegnimento. I lavori sono stati realizzati dalla ditta Visalli Giuseppe di Messina, su progetto e direzione lavori dell’ingegnere Salvatore Saglimbeni del dipartimento Lavori Pubblici.

(74)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *