francesco gallo e antonio barbera

Sport, Gallo replica a Barbera: «Croce ha fatto copia-incolla dal nostro programma»

Pubblicato il alle

5' min di lettura

Non è tardata la replica dell’ex assessore allo Sport della Giunta De Luca, Francesco Gallo, alle accuse del competitor della squadra di Maurizio Croce, Antonio Barbera, che ha definito la precedente amministrazione «la peggiore per la gestione dello sport a Messina».

Nella mattinata di ieri, 8 giugno, l’assessore designato del centrodestra per le elezioni amministrative del 12 giugno 2022, Antonio Barbera, ha criticato aspramente la politica della giunta De Luca in materia di sport. Nel mirino, in particolare, il bando per la gestione dello Stadio “Franco Scoglio” e gli stanziamenti – secondo lui carenti – per lo sport, in generale, da parte delle amministrazioni degli ultimi anni.

A replicare ad Antonio Barbera, è l’ex assessore allo Sport Francesco Gallo, candidato al consiglio comunale e designato da Federico Basile per ricoprire nuovamente il ruolo in caso di una vittoria alle elezioni comunali: «Come in ogni campagna elettorale – scrive in una nota – degli ultimi vent’anni arriva l’immancabile grido di allarme sulle condizioni degli impianti sportivi. L’accusa lanciata da Croce e Barbera junior all’amministrazione De Luca di essere stata la peggiore degli ultimi decenni, oltre ad essere infondata e ingenerosa, si caratterizza però per l’esigenza di salvare la faccia ai vari Buzzanca, Genovese e magari anche a quel Barbera senior padre di Antonio che fu assessore allo sport del Sindaco Leonardi proprio vent’anni fa.  Ed è forse superfluo sottolineare che – al di là delle buone intenzioni e di qualche risultato – nessuna di queste amministrazioni viene oggi rimpianta dal mondo sportivo».

«Intendiamoci – aggiunge –, nessuno di noi ha mai inteso nascondere i problemi del settore, specie quello della gestione di impianti di medie e grandi dimensioni, in una città ricca di realtà sportive, ma povera di finanziatori e sponsor. Problemi che vanno fatti risalire molto indietro nel tempo e che la recente crisi economica sta aggravando. Dispiace quindi che si ricorra a questi mezzucci, dopo tre anni di lavoro che nemmeno il Covid ha interrotto, per porre rimedio a criticità che non sono certamente nate negli ultimi tempi».

L’ex assessore allo Sport, Francesco Gallo: ecco cosa abbiamo fatto a Messina

Fatta questa premessa, l’ex assessore Francesco Gallo replica ricordando i bandi per l‘esternalizzazione della gestione degli impianti comunali indirizzati alle società sportive: «Sono stati avviati o conclusi – aggiunge – interventi in vari impianti cittadini (dalla piscina di Villa Dante al PalaTracuzzi, al  campo di rugby di Sperone, al PalaMili fino ai piccoli impianti di quartiere). Sono stati già spesi oltre 500mila euro per ammodernare lo stadio Scoglio e consentire all’ACR Messina di disputare il campionato di Lega Pro ed altrettanti ne sono stati stanziati per ottenere l’agibilità per 39.000 spettatori. Sono stati reperiti circa sei milioni di euro finanziamenti. Soldi veri, che non creano indebitamento, a differenza dei fondi che mette a disposizione la Regione – a cui fa riferimento il Barbera junior – che sono invece finalizzati a coprire solo il costo degli interessi».

«Sono stati anni difficili – prosegue Gallo –, per problemi di bilancio e per le ulteriori difficoltà create da quella pandemia che ipocritamente qualcuno finge di dimenticare. Molte associazioni sportive hanno però mostrato di apprezzare i nostri sforzi e la nostra vicinanza durante la crisi pandemica. E la candidatura nelle nostre liste di numerosi esponenti del mondo sportivo ne è una oggettiva dimostrazione».

Gallo: «Croce ha attinto a piene mani dal nostro programma»

Poi, l’attacco diretto contro Maurizio Croce, candidato sindaco del centrodestra alle elezioni amministrative del 12 giugno: «Per il futuro – scrive Francesco Gallo – abbiamo programmi di rilancio per tutto il settore che nascono proprio da una piena condivisione con autorevoli esponenti del mondo sportivo cittadino. Lo sa bene Croce che ha attinto a piene mani dal nostro programma con una operazione di “copia – incolla” la cui prova è documentale. Ben venga comunque la condivisione degli obiettivi, perché lo sport è di tutti e non di una sola parte politica. Ci risparmino, però, le critiche strumentali, perché sulle tematiche dello sport e dell’impiantistica sportiva nel centrodestra, così come nel centrosinistra, non ci sono certo dei fenomeni!».

«Un’ultima considerazione – conclude – le tribolazioni della società Akademia neo promossa nel campionato di A2 di volley femminile, mi addolorano. E colgo l’occasione per dare una notizia: la società di volley maschile di Letojanni neo promossa in A3 ha chiesto di potersi trasferire a Messina per disputare il prossimo campionato. Non resta che augurarsi che questa città possa avere già la settimana prossima un’Amministrazione in carica per spingere gli uffici a fare quei piccoli interventi necessari per avere non una ma due società di volley in serie A».

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.