Botteghe d’artista e turismo slow: la proposta di Federico Basile per valorizzare i villaggi di Messina

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Continuano gli appuntamenti del candidato sindaco Federico Basile con il format “A te il microfono” pensato per creare un’occasione di confronto con la cittadinanza. Ieri tappa nel villaggio di Santo Stefano Medio. Nel corso dell’incontro il candidato sindaco Federico Basile, rispondendo alle sollecitazioni dei residenti, ha ribadito la volontà di creare nuove occasioni di sviluppo per i villaggi cittadini.

«Oggi – ha spiegato Federico Basile – è possibile avviare un piano di rivitalizzazione dei villaggi. Nel mio programma di governo ho illustrato la strategia che ci porterà ad offrire nuove e concrete occasioni di rilancio. Pensiamo – ha proseguito Basile – a misure che consentano anche di investire sul territorio attraverso un sostegno finanziario a coloro che delocalizzano attività economiche già esistenti, o ne creano di nuove nei villaggi, con particolare riguardo a bar, pasticcerie, panifici, ristoranti, rosticcerie ed attività di vendita di generi alimentari. È una strategia concreta per valorizzare le nostre piccole realtà territoriali».

«La stessa attenzione – ha sottolineato il candidato sindaco – sarà rivolta per coloro che realizzeranno investimenti produttivi, con particolare riguardo ai profili identitari dei villaggi, destinatari di veri e propri piani di recupero per realizzare laboratori e botteghe di arti e mestieri. Il dialogo avviato in questi anni con il territorio, e i suggerimenti che sono giunti puntualmente durante i nostri tour hanno offerto preziosi contributi per lo sviluppo di questa idea progettuale.

Noi vogliamo far sì che ogni borgo possa sentirsi protagonista, ci sono potenzialità che vanno riorganizzate partendo dal patrimonio artistico e culturale presente. Ci sono villaggi e borghi in cui un sindaco, prima che arrivasse De Luca, non c’era mai stato. È innegabile che il dialogo avviato e gli interventi messi in atto in questi anni oggi offrono un punto di partenza importante per rilanciare. Puntiamo – ha concluso Federico Basile – a rendere i Villaggi meta di un turismo slow, sostenibile con prodotti a km zero, meta turistica organizzata che valorizzi le risorse materiali e immateriali del luogo».

 

(167)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.