Messina. De Luca annuncia le dimissioni dall’ARS: «Ho scelto di servire la mia città»

cateno de luca«Amo di più fare il sindaco che il parlamentare». Cateno De Luca ha annunciato le sue dimissioni dall’ARS per dedicarsi all’incarico di sindaco di Messina. Il primo cittadino, e al momento anche deputato regionale, ha sciolto il dubbio sulla questione del doppio incarico durante il comizio tenuto nel pomeriggio di oggi, domenica 21 ottobre, a piazza Municipio: «Ho scelto di servire la mia città».

L’incontro con i messinesi ha dato occasione a De Luca di leggere pubblicamente una lettera indirizzata al presidente dell’ARS, Gianfranco Miccichè, in cui dichiara non solo di volersi dimettere dall’incarico di deputato regionale ma, soprattutto, spiega di aver temporeggiato «non perché ho voluto approfittare della legge, che non prevede un termine perentorio, ma perché dovevo effettuare pressione sul Consiglio Comunale».

Non c’è, però, ancora una data ufficiale perché le dimissioni di Cateno De Luca da deputato regionale siano – effettivamente – esecutive. Il primo cittadino, infatti, dopo la lettura pubblica del documento lo ha affidato a Danilo Lo Giudice, il “pupillo” che prenderebbe il suo posto in caso di effettive dimissioni, perché le consegni nei prossimi giorni alla segreteria generale dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Lo spettro delle dimissioni da sindaco di Messina non scompare del tutto e De Luca coglie l’occasione per ribadire che tutto è ancora da decidere: «Se non sarà possibile amministrare con questo Consiglio Comunale chiederò ai cittadini di tornare alle urne».

Non è mancato, infine, un incoraggiamento a Danilo Lo Giudice: «Sono convinto che saprà portare avanti gli interessi della Sicilia e dei siciliani». Con questo gesto, a meno di ulteriori ripensamenti, De Luca sembra voler passare definitivamente il testimone da deputato regionale ma ha aggiunto: «Il mio non è un addio ma un arrivederci». De Luca ha, infatti, ribadito di voler rientrare a Palazzo D’Orlèans ma non più da deputato: «Il mio sogno è tornare a Palermo da presidente della Regione».  Già durante la campagna elettorale, infatti, De Luca aveva annunciato il suo piano politico: fare il sindaco di Messina per dieci anni e poi candidarsi alla Regione.

(353)

1 Commento

  • Marco scrive:

    Ma perchè aspettare giorno 23 , non sarebbe stato meglio prima dell’udienza del giorno 22 Novembre, dove si tratta il Ricorso in appello della procura di Messina , per il sacco di Fiumedinisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *