Masterplan, schede presentate in ritardo ma ok a iter per appalti da 10 mln

ex provincia messinaEntra nel vivo l’organizzazione dei progetti che saranno finanziati dal Masterplan, ma già inizia ad esserci qualche ritardo di troppo.

Dopo l’incontro che si è tenuto qualche settimana fa con il ministro per il Mezzogiorno, Claudio De Vincenti, un altro step importante si è svolto a Palazzo dei Leoni , dove è statao dato il via alla realizzazione del programma Masterplan della Città Metropolitana di Messina.

Il prossimo passaggio prevede le gare di appalto e l’avvio dei lavori. L’investimento complessivo di 10 milioni di euro coinvolgera’ tutti i Comuni della fascia jonica e, in particolare, Scaletta Zanclea, Ali’, Itala, Pagliara, Mandanici, Savoca, S. Teresa di Riva, Casalvecchio Siculo, Sant’Alessio Siculo, Limina, Roccafiorita, Antillo, Castelmola e Taormina.
E’ stata già’ avviata la procedura per l’affidamento dei lavori di ricostruzione del lungomare di Sant’Agata Militello, il cui progetto prevede un investimento di 2.085.000 euro. I lavori urgenti finalizzati alla protezione del litorale e della strada, quest’ultima gravemente danneggiata a causa delle violente mareggiate, rientrano nel finanziamento del Masterplan della Regione Siciliana, avviato in concomitanza con i lavori di somma urgenza gia’ realizzati ed appena conclusi con la messa in opera di una massicciata a protezione della caserma dei carabinieri, sempre sul lungomare del Comune di Sant’Agata Militello.

Ma non manca qualche intoppo, oggi a Palazzo dei Leoni, in videoconferenza, Federico Lasco, Responsabile Unico per l’Agenzia per la Coesione territoriale per l’attuazione del Patto,  ha evidenziato le criticità del Masterplan, stigmatizzando i ritardi nella presentazione di alcune schede che rischiano di mettere in crisi l’intero Patto, e ha fornito preziose indicazioni ai Responsabili Unici dei Procedimenti presenti per la risoluzione di varie problematiche legate ai progetti”.

(98)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *