I deputati dal sindaco Accorinti: “Pronti a collaborare”

palazzo zancacomuneDeputati dal sindaco AccorintiTutti, o quasi, attorno al tavolo del sindaco Accorinti e del vice Signorino. I deputati regionali e nazionali messinesi, a cominciare dal ministro D’Alia, presenti anche il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone e gli onorevoli Carmelo Lo Monte, Carmelo Currenti, Beppe Picciolo, Vincenzo Garofalo, Francesco D’Uva, valentina Zafarana, Pippo Laccoto e Filippo Panarello si sono ritrovati questa mattina accanto al primo cittadino. Si è parlato dell’impegno comune per “scacciare” il dissesto ma di risolvere con la dedizione di tutti i problemi principali di Messina come la richiesta d’intervento di una task force dell’Anci per la definizione della situazione debitoria; e la continuità territoriale di un’unica area nello Stretto. Era presente alla riunione anche l’assessore alla mobilità, viabilità e trasporti, Gaetano Cacciola; e la deputazione messinese nazionale e regionale.  “Questo è un nuovo corso – ha sottolineato il sindaco Accorinti – dove nessuno intende prendersi meriti, in quanto l’obiettivo primario è che si operi tutti per il bene della città di Messina. Ci siamo confrontati, ciascuno con le rispettive competenze ma con la medesima unità d’intenti, per trovare soluzioni adeguate al pericolo del dissesto. Siamo in sintonia sui metodi e sui programmi da avviare per un cambiamento reale. Nei prossimi giorni – ha concluso il sindaco – verificheremo con la Commissione per la Stabilità Finanziaria degli Enti Locali del Ministero degli Interni l’esito della richiesta di rimodulazione del Piano di riequilibrio, avanzata nei giorni scorsi. Un altro obiettivo, condiviso da tutti, è rendere lo Stretto un’unica area, perseguendo la continuità territoriale con azioni concrete”. Il vicesindaco, Guido Signorino, ha aggiunto infine che “abbiamo chiesto l’intervento di una task force dell’Anci, con l’assistenza di un gruppo di tecnici, coadiuvato da esperti della Ragioneria centrale, per verificare e fare chiarezza sui conti e sulla reale situazione debitoria dell’Ente. Si tratta – ha concluso Signorino – di un supporto fondamentale per avere informazioni certe e concrete rispetto alle divergenze emerse nelle settimane scorse, che non sono conciliabili tra di loro”. “Ho apprezzato quanto fatto dal sindaco – ha dichiarato il ministro D’Alia che ha raccolto il pensiero dei colleghi – siamo consapevoli, in quanto parlamentari messinesi, di avere la nostra grande parte di responsabilità, ci siamo presi l’impegno di rivedere insieme il Piano di riequilibrio finanziario decennale e di apportare le modifiche necessari”. Assenti i deputati del Pd Francantonio Genovese e Franco Rinaldi, che oggi pomeriggio saranno presenti all’assemblea provinciale del partito, e del Pdl Nino Germanà. I primi due, per bocca del deputato Picciolo, si sono scusati perché avevano già preso altri impegni per la mattinata odierna come riferito da Picciolo.

 

(49)

Categorie

Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *