Accorinti a Renzi: “Il sud salverà l’Italia”

accorinti“Ciao Matteo”, il sindaco Renato Accorinti non bada molto alla forma e sceglie di rivolgersi al Premier Matteo Renzi con tono amichevole, quasi fraterno. Nell’Aula Magna dell’Università regna un silenzio tombale, solenne, non si sente volare una mosca per un momento che la città ha atteso per tanto, troppo tempo.

Matteo Renzi arriva a Messina per firmare il Patto per Messina, 332 milioni distribuiti tra la città dello Stretto e le province ionica, tirrenica e la zona dei Nebrodi, investimenti che il nostro territorio attende per colmare finalmente quel gap strutturale con il resto del paese.

Una grande occasione per Messina e per la Sicilia, che da troppo tempo vivono avvolti dalla cappa dell’arretratezza infrastrutturale e non solo. Accorinti rompe gli indugi e da del tu al Presidente del Consiglio, ricordando come il il sud sia stato dimenticato per troppo tempo: “L’Italia continua a viaggiare a doppia velocità, si arriva da Milano a Roma in due ore mentre da Catania a Trapani è il viaggio della speranza. Mancano le ferrovie, i porti e delle strade moderne senza dimenticare la continuità territoriale. E’ vero noi qui continuiamo ad essere vessati dalla piaga della mafia, ma questa è anche la terra della miglior antimafia, rappresentata da Falcone e Borsellino. Noi siamo un grande popolo e viviamo nella terra più bella che ci sia, l’Italia va da Lampedusa ad Aosta e viceversa, ma adesso è arrivato il momento di mettere le cose in pari dopo 150 anni: il sud può veramente salvare l’Italia. La nostra gente ha fato la fortuna di tutti i paesi che li ha ospitati, ora il futuro e lo sviluppo devono essere qua”.

A fare gli onori di casa ci ha pensato il Rettore Pietro Navarra: “Le Università non devono essere un’entità a parte, qui si programma il domani – ha dichiarato – siamo disposti a fare da ponte di collegamento, fornendo le nostre capacità tecniche, per la riqualificazione della zona Falcata, della biblioteca regionale, ospedale veterinaro senza dimenticare il dissesto idrogeologico”.

(544)

2 Comments

  • Mario Caputo scrive:

    Guardando queste belle foto, ho notato che il nostro Sindaco aveva la sciarpa azzurra, come quella (sembra) che indossano gli ufficiali delle nostre FF AA. Mi chiedo, ; perché non portare la fascia tricolore ? C’e’ un motivo che mi sfugge ??

  • Fiorenzo scrive:

    Accorinti è ormai convinto che fa parte della schiera dei vip e dunque è amico di tutti i personaggi famosi. Purtroppo è un piccolo uomo ridicolo che non ha più idea di chi è e che cosa fa nella vita.
    Pensi piuttosto, nel tempo che gli rimane come sindaco, a cogliere l’occasione di fare qualcosa di buono per la città invece di girare a destra e a manca per l’Italia alla ricerca di personaggi con i quali farsi fotografare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *