Messina Street Food Fest: numeri da record per la seconda edizione

Folla in attesa agli stand - Messina Street Food Fest 2017Numeri da record quelli svelati, questa mattina, durante una conferenza stampa riguardante il bilancio del Messina Street Food Fest, che si è tenuto lo scorso fine settimana a piazza Cairoli: la manifestazione ha registrato, infatti, più di 70mila presenze.

Un lavoro durato parecchi mesi, quello dello staff organizzativo, che ha però regalato grandi soddisfazioni, nonostante il grande ostacolo della pioggia che si è abbattuta in città, soprattutto nella giornata di domenica 14.

«Il successo è stato maggiore rispetto alla prima edizione – ha affermato l’assessore alle attività produttive e Promozionali, Dafne Musolino – a testimonianza che si radica sempre di più sul nostro territorio e che le novità di quest’anno hanno trovato pieno riscontro nella domanda del numeroso pubblico presente. Qualche giornata di pioggia non ha assolutamente rovinato l’evento, che ha permesso a persone di tutte le età e di diversa provenienza di ritrovarsi insieme, a dimostrazione che Messina Street Food Fest è in crescita anche in ambito nazionale e quindi nella considerazione dei più importanti esperti del settore. La città di Messina ha bisogno di queste manifestazioni, che rappresentano e costituiscono un elemento aggregante».

Tutti i numeri del Messina Street Food Fest 2018

Sono state, quindi, oltre 70mila le presenze, con un’affluenza superiore del 30% rispetto alla prima edizione. Circa 160 persone hanno deciso di prendere alloggio in città, in strutture ricettive e alberghiere per trascorrere una giornata nel villaggio del gusto di Piazza Cairoli e gustare le prelibatezze del cibo di strada.

Grandi numeri anche a livello lavorativo:

  • Nelle 40 casette food, poste all’interno del villaggio gastronomico, sono state ospitate altrettante aziende, delle quali 27 messinesi, 6 dalla provincia e 7 da fuori Messina e provenienti da Sicilia, Puglia, Toscana e Abruzzo; in ogni postazione hanno lavorato 3 persone per un totale di 120 operatori food impegnati.
  • Nella zona intrattenimento, formata da due palchi allestiti in piazza Cairoli, si sono esibite 6 live band e 14 persone tra dj e intrattenitori.
  • La sicurezza del pubblico è stata garantita con la presenza di 60 addetti e 10 unità di personale medico; quattro le ambulanze in piazza.
  • Ben 25 le persone impiegate tra le casse, il beverage e la costruzione dell’intero village. Nei 13 show cooking condotti dalla giornalista e food blogger messinese Valeria Zingale hanno operato 15 chef, tra cui due stellati.

Gli show cooking, quest’anno sono stati gestiti da Enti del terzo settore: Cirs, Associazione Autismo Onlus e Fondazione Aurora Centro Clinico Nemo Sud. A queste tre realtà sono stati interamente devoluti gli incassi degli derivanti dalle donazioni dei presenti.

Ben 845 persone hanno risposto alla chiamata della solidarietà ed hanno assistito alle performances degli chef degustando le loro pietanze. Il ricavato totale per le tre associazioni è stato di 6.300 euro.

L’evento si è rivelato inoltre un’esperienza formativa efficace per 40 studenti dell’Istituto Turistico Alberghiero Antonello, partner istituzionale della manifestazione, che hanno collaborato in alcune fasi delle attività nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro.

Di particolare rilievo, tra le novità di questa edizione, la collaborazione con AIC Sicilia e la presenza all’interno del food village di una postazione gluten free, che ha consentito a circa 1000 celiaci di poter partecipare alla manifestazione e mangiare liberamente senza rischi per la propria salute.

(294)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *