Messina diventa una palestra a cielo aperto: arriva domani lo Street Workout

Street Workout Passeggiata a mareFare sport nei luoghi simbolo della città, a ritmo di musica. E’ questo l’obiettivo di Street Workout: l’ultima frontiera del Fitness che domani approda a Messina.

Immersi tra le bellezze della città, tutti i partecipanti faranno sport in una Messina che, per l’occasione, si trasformerà in una palestra a cielo aperto. Marciapiedi, panchine e scalinate diventeranno le attrezzature per mantenersi in forma. Sarà una giornata all’insegna di Arte, Sport e Cultura.

Lo Sport ha il potere di cambiare il mondo e di unire le persone come in poche altre occasioni. Street Workout abbatte le barriere architettoniche, l’unico scopo dell’evento è quello di dare a tutti la possibilità di partecipare.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Messina ed in collaborazione con il comitato provinciale del Centro Sportivo Educativo Nazionale di Messina, vedrà i partecipanti percorrere le vie del centro storico con apposite cuffie wireless, alternando la camminata a momenti di puro sport.

Il percorso

Si inzierà alle 18 dalla Batteria Masotto. Il percorso dell’evento interesserà poi l’interno della Passeggiata a mare per proseguire lungo il viale della Libertà e in corrispondenza al viale Boccetta si immetterà nella carreggiata monte di via Garibaldi con impegno del marciapiede e la pista ciclabile fino a piazza Unione Europea per la prima sosta.

La manifestazione ripartirà con un attraversamento in corrispondenza di largo Minutoli per procedere all’interno dell’area dell’Autorità portuale sul viale San Martino per poi raggiungere piazza Cairoli e via Dogali, dove è prevista la seconda sosta. L’iniziativa si riavvierà dal marciapiede di via Tommaso Cannizzaro sino a piazza Pugliatti per la terza sosta. L’evento infine si muoverà da via Tommaso Cannizzaro fino alla pista ciclabile di corso Cavour per giungere la tappa finale: piazza Duomo, dove avrà luogo la quarta sosta.

Street Workout rappresenta un modo complementare nuovo di vivere il fitness e anche la città. Grazie alla tecnologia, aree storiche e parchi diventano la base per usufruire di questa nuova attività sportiva.

(1971)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *