Topi, umidità e infiltrazioni d’acqua. Emergenza abitativa alla scuola Cataratti – VIDEO

scuola cataratti - messinaMessina – Ex scuola Cataratti. Famiglie e bambini fra topi, umidità, fili elettrici scoperti e infiltrazioni d’acqua: questa la situazione riscontrata da Salvatore Sorbello per la quale il consigliere comunale chiede immediato riscontro all’Amministrazione.

Un’interrogazione urgente con risposta scritta, quella richiesta dal Consigliere, con l’intento di avviare un tavolo tecnico sulle criticità igienico-sanitarie dell’ex scuola Cataratti e delle cinque famiglie, con 17 minori, collocate al suo interno in comodato abitativo.

«Mi sono recato presso la scuola Cataratti – spiega il consigliere Salvatore Sorbello – a seguito delle continue richieste di aiuto pervenute da parte di una delle signore che occupano la struttura a titolo di comodato abitativo stipulato con la precedente amministrazione».

«Con il consenso degli occupanti – prosegue il Consigliere – ho filmato e fotografato le gravissime condizioni igienico-sanitarie e di pericolo concreto per l’incolumità fisica presenti all’interno della struttura in cui vivono in tutto 17 minori suddivisi per 5 nuclei familiari. Presenza numerosa di topi, escrementi di topo sparsi all’interno dell’area palestra, fili elettrici scoperti, umidità, infiltrazioni d’acqua».

Se da una parte Sorbello si interroga sul come sia stato possibile concedere tale comodato abitativo, dall’altra – il Consigliere comunale – chiede l’apertura urgente di un tavolo tecnico che coinvolga l’amministrazione De Luca, ma anche il Prefetto e il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, per risolvere non solo la situazione per le famiglie ospitate nell’ex scuola Cataratti ma «trovare soluzioni diverse anche per le restanti 15 famiglie collocate in altri istituti scolastici dismessi» di Messina (es. ex scuola Foscolo, ndr).

Di seguito il video dell’ispezione condiviso da Sorbello sul suo profilo social:

(118)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *