Musumeci dice SI al Ponte sullo Stretto di Messina. M5S: «Pensi alle strade devastate»

Rendering virtuale ponte sullo Stretto di Messina«Abbiamo strade da terzo mondo e lui pensa al ponte sullo Stretto» così il Movimento 5 Stelle commenta quanto affermato nei giorni scorsi dal Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci in merito alla necessità di costruire il Ponte sullo Stretto di Messina.

Nel corso della presentazione dell‘accordo tra Caronte&Tourist e Basalt, infatti, il governatore della Regione aveva definito l’opera “non un capriccio, ma una necessità”. Non sembrano essere d’accordo, però, i deputati pentastellati dell’ARS (Assemblea Regionale Siciliana) che, oggi, criticano aspramente le parole di Musumeci, da loro considerate “da campagna elettorale”.

«È come quel bimbo che non sa camminare e vuole correre – hanno tuonato i parlamentari del Movimento. Abbiamo strade da terzo mondo e pensa al ponte sullo Stretto, si occupi della devastata viabilità secondaria».

Secondo i 5 stelle, quindi, il Ponte sullo Stretto di Messina non sarebbe affatto una priorità. Le priorità, sottolineano, in questo momento in Sicilia sarebbero altre, per esempio le strade extraurbane in cattive condizioni e, in generale, le carenze infrastrutturali dell’Isola.

«Quello del ponte di Messina – incalza, infine, il capogruppo Francesco Cappello – è un argomento che viene fuori sempre a ridosso delle campagne elettorali. E a quanto pare il Presidente non fa eccezione. Il governo nazionale su questo argomento non è deciso? È vero semmai il contrario.  Se non bastasse gli segnalo il tweet del sottosegretario alle Infrastrutture Dell’Orco che anche oggi ha ribadito il secco no del governo».

(159)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *