Messina. Nei monumenti del centro storico arrivano le targhe con QR CODE

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Presentate questa mattina al Comune di Messina le targhe con QR CODE e audio guide realizzate dall’ArcheoClub dello Stretto. Le targhe sono create dall’associazione presieduta dalla dott.ssa Rosanna Trovato. Queste ultime saranno affiancate ai pannelli turistici illustrativi dei monumenti nel centro storico di Messina, recentemente aggiornati dal Comune con testi della Soprintendenza.

Targhe con QR CODE: il progetto di ArcheoClub

Il progetto, partito dall’ArcheoClub Area Integrata dello Stretto, si inserisce in un contesto più ampio di promozione turistica, affiancando le iniziative delle istituzioni locali e di altri club service. Un’importante novità è la creazione di un box dedicato sul sito web dell’ArcheoClub d’Italia, dove le sedi locali potranno valorizzare e dotare di QR CODE chiese, monumenti e palazzi del proprio territorio.

Questo sistema consentirà ai visitatori di avere le descrizioni dei monumenti sia attraverso il sito web che tramite il QR CODE. Inoltre, potranno avere la possibilità di ascoltarle in italiano e inglese e di accedere a una galleria fotografica dedicata.

Messina cresce con tutti

Il sindaco Federico Basile in conferenza stampa ha affermato: «ArcheoClub ha avuto la voglia di contribuire ai beni culturali e ambientali con la creazione di queste targhe multimediali. Queste ultime servono sia al turista che al cittadino. Mi auguro che queste iniziative si possano riproporre per dare spazio alla conoscenza che è alla base di tutte le strutture professionali e sociali».

Anche l’assessore Enzo Caruso ha sottolineato l’importanza di fare squadra: «i turisti apprezzano la città. Messina cresce con tutti. Il motore sono i cittadini che non solo rispettano le regole ma fanno anche qualcosa in più».

Un’iniziativa che parte da Messina

La Vicepresidente nazionale Flora Rizzo ha evidenziato che l’importanza della collaborazione con le istituzioni locali e le Soprintendenze è fondamentale. In più, ha ricordato che questa iniziativa parte da Messina.

La presidente di ArcheoClub Rosanna Trovato ha spiegato da dove è nata l’idea: «il progetto parte da una visita ad un piccolo museo dove, davanti ad ogni bacheca, c’era il QR CODE che forniva tutte le informazioni su cosa si stava ammirando». La presidente ha spiegato che a Messina ci sono i pannelli illustrativi ma sono fruibili solo leggendoli in presenza e così ha proposto al Presidente Nazionale questa nuova idea. In più ha aggiunto: «ho pensato di creare un box sul sito dove raccogliere i QR CODE delle sedi nazionali per dar vita ad un contenitore che rappresenta l’arte storica di tutta l’Italia. L’idea è stata accolta e presentata all’assemblea. Oggi parte da Messina, dall’ArcheoClub area integrata dello Stretto. Cinque siti della città sono dotati di QR CODE».

La presidente ha concluso ringraziando i soci di ArcheoClub dello Stretto e tutti coloro che hanno supportato il progetto.

A seguire, è stata scoperta la targa con QR CODE del Palazzo Zanca.

Targhe QR CODE: dove le trovo a Messina

I cinque siti di Messina dotati di QR CODE:

  • Palazzo Zanca;
  • Piazza Antonello;
  • Monte di Pietà;
  • Chiesa di Santa Eustochia col Monastero di Montevergine;
  • Teatro Vittorio Emanuele.

(111)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.