Auto elettriche a Messina: l’ACI boccia la città dello Stretto

La svolta green di Messina per l’utilizzo di mezzi di trasporto sostenibili è ancora lontana. Lo dicono i dati ACI (Automobile Club d’Italia) sull’utilizzo di auto elettriche e ibride.

Nella provincia di Messina, a dicembre 2018, le automobili elettriche e ibride erano 564, lo 0,14% del totale di quelle circolanti. La percentuale risulta nettamente più bassa rispetto al valore nazionale (0,66%) e fa guadagnare alla provincia il quinto posto nella graduatoria siciliana.

A livello regionale le automobili elettriche e ibride sono, complessivamente, poco più di 5.720, lo 0,17% del totale auto circolante nell’isola.

Tuttavia Messina sta comunque facendo un tentativo per diminuire l’inquinamento atmosferico, con l’abbandono delle auto benzina e diesel e il passaggio ad altre tipologie di alimentazione più sostenibili per l’ambiente, ovvero quelle a Gpl e metano. Sommando queste alle elettriche e ibride si arriva, complessivamente, a poco più di 15.460 vetture, ovvero il 3,7% del totale parco auto circolante nella provincia.

Auto elettriche in Sicilia

Guardando i dati su base territoriale, al primo posto della classifica siciliana si posiziona la provincia di Ragusa, dove lo 0,28% delle automobili è elettrico/ibrido. Seguono le province di Siracusa (0,27%) e di Palermo (0,25%). Valori sotto la media regionale, invece, per le province di Catania (0,15%), Messina (0,14%) e Trapani (0,13%). Un doppio primato negativo, infine, spetta alle restanti province siciliane: Caltanissetta (0,09%), Agrigento (0,07%) ed Enna (0,06%) che guadagnano non solo le ultime posizioni della classifica regionale ma anche gli ultimi tre posti in quella nazionale.

 

(143)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *