L’Acr Messina in Commissione Sport. Comune pronto a collaborare

Pubblicato il alle

3' min di lettura

A distanza di una settimana i vertici dell’Acr Messina sono tornati a Palazzo Zanca. Il patron Natale Stracuzzi, accompagnato dai soci Pietro Gugliotta e Pietro Oliveri, ha rinnovato il dialogo con la Commissione Sport presieduta dal consigliere comunale Piero Adamo. All’incontro ha partecipato anche l’assessore con delega alle attività sportive Sebastiano Pino. E proprio Pino ha ribadito la volontà del Comune di instaurare una collaborazione con la società giallorossa rispettando però alcuni paletti. Stracuzzi ha chiesto di ottenere gratuitamente l’utilizzo degli stadi “S.Filippo” e “Celeste”. L’amministrazione si è detta disponibile a concedere il comodato d’uso annuale purché l’Acr Messina contribuisca a pagare il 36% dei costi così come prevede il piano tariffario in vigore. Pino ha assicurato piena disponibilità anche per stipulare un accordo di concessione pluriennale.

C’è poi da chiarire il giallo del furto di alcuni componenti del sistema di videosorveglianza dello stadio “S.Filippo”. Impianto che in caso di partecipazione al prossimo campionato di Lega Pro andrebbe immediatamente riattivato. Sulla questione il consigliere Piero Adamo precisa: “Stiamo accertando le responsabilità, occorre individuare chi stava utilizzando l’impianto quando è avvenuto il furto e chi dovrà rispondere del danno”.

Intanto, Palazzo Zanca continua a vantare un credito di quasi 200mila euro con l’Acr Messina. In base all’accordo stipulato tra la nuova proprietà e Pietro Lo Monaco dovrebbe essere quest’ultimo a garantire l’estinzione del debito da considerare fuori bilancio. Piero Adamo però evidenzia una problematica alla base. “Non è ancora chiara la cifra che l’Acr Messina dovrà restituire al Comune – spiega l’esponente di SiAmo Messina – è necessario rivedere il meccanismo delle compensazioni che attualmente non tutela l’interesse pubblico soprattutto quando la macchina burocratica si rileva lenta e inefficiente”.

Considerazioni comunque marginali fino a quando non si conoscerà con certezza il destino del Messina. La società continua a rincorrere la Lega Pro e nella giornata odierna ha presentato ricorso contro la Figc per chiedere il mantenimento del format di 60 squadre per il campionato di Lega Pro. Atto che si unisce al ricorso in Appello contro le sentenze in primo grado del Tribunale Federale.

Per quanto riguarda il calcio giocato, questo pomeriggio la squadra guidata dal tecnico Di Napoli ha disputato un test amichevole con la Nuova Rinascita Patti, avversario di I Categoria. I giallorossi si sono imposti per 5-0 grazie alla tripletta di Scalzone e alle reti di Giove e Longo.

Andrea Castorina

(363)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.