space boys, tifoseria del football club messina

Affidamento dello Stadio San Filippo, i tifosi del FC Messina chiedono chiarezza

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Gli Space Boys, gruppo organizzato della tifoseria del Football Club Messina, intervengono sui tempi lunghi nelle procedure di affidamento dello Stadio San Filippo: «Emerge la necessità – sottolineano – di fare chiarezza sui ruoli che le istituzioni od organi politici e ciascun tifoso dovrebbero assumere sulla questione dello “Franco Scoglioaggiudicato in data 26 aprile dalla commissione di gara preposta».

Le procedure per l’affidamento dello Stadio “Franco Scoglio”, a seguito della conclusione della gara vinta dal Football Club Messina – unica società a partecipare –, sembrano prendersi più tempo del previsto e iniziano ad esserci malumori. Dopo le esternazioni dell’assessore Francesco Gallo, che ha sottolineato la possibilità che i ritardi registrati possano essere attribuibili ad alcuni «rilievi» emersi durante l’attenta analisi del consulente esterno Francesco Vermiglio; il FC Messina ha chiesto delucidazioni. E così fanno anche gli Space Boys, tifosi della squadra.

«Noi space boys – scrive il gruppo – siamo rimasti in silenzio ed attendiamo fiduciosi l’esito delle risultanze degli uffici che non hanno bisogno di pressioni mediatiche mascherate sotto forma di accesso agli atti o di dichiarazioni inopportune da chi non è preposto a farle senza prima aver atteso gli esiti del parere richiesto dal Rup. Parere che ancora il Rup sta valutando e che non può essere conosciuto o conoscibile da nessuno se non da chi ne è l’estensore. Come gruppo organizzato della tifoseria del FootballClub Messina. attendiamo fiduciosi che questa amministrazione comunale voglia finalmente consegnare alla città la possibilità di avere uno Stadio degno di questo nome, tra i più importanti d’Italia e d’Europa, forse addirittura del mondo.  L’amministrazione Comunale tutta ha il dovere di vigilare che non vi siano pressioni o turbamenti nel regolare  svolgimento delle procedure e che sia rispettato il codice degli appalti, così come è stato finora».

«Riteniamo opportuno ribadire – proseguono gli Space Boys – l’importanza epocale e di ricaduta economica ed occupazionale per la città che la realizzazione  del progetto da parte della società aggiudicataria comporterebbe. È opportuno e doveroso segnalare che lo Stadio è della città e rimarrà tale. Poco importa se a partecipare sia stata la società riconducibile ad una squadra piuttosto che ad un’altra. Lo Stadio è di tutti e tutti vi potranno giocare».

«Alla luce di quanto sopra – concludono – e certi del rispetto di tutte le norme vigenti in materia di codice degli appalti che assegna a ciascuno i propri ruoli, attendiamo fiduciosi di poter ringraziare tutte le componenti istituzionali coinvolte, a cominciare dal Sindaco, dalla Giunta, dal Consiglio Comunale ed infine dalla società FC Messina e dai suoi numerosi partners che permetteranno di realizzare uno dei progetti più importanti al mondo in questo momento, che vede con orgoglio la nostra città tutta a beneficiarne».

(143)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.