Gustavo non basta, il Catania si aggiudica il derby per 2-1

10370829_10207154836243443_634282437313775141_nIl Messina non riesce a sfatate il tabù del “Massimino” e cade sotto i colpi del Catania. Gli etnei si impongono 2-1 in un derby  tutt’altro che spettacolare disputato in un clima surreale vista l’assenza dei tifosi giallorossi e la contestazione delle curva nord locale che ha disertato gli spalti.

Il Messina, forte della tranquillità dettata dalla posizione in classifica, parte bene e mette in difficoltà il Catania con una doppia conclusione di Fornito che pecca però di precisione. I padroni di casa reagiscono al 20′ con un tiro insidioso di Musacci che sorvola la traversa. Al 37′ il Catania mette la freccia.  E’ Calil ad aprire le marcature  trasformando un calcio di rigore, da lui stesso conquistato,  concesso dall’arbitro per fallo in area di De Vito sugli sviluppi di un errore in fase difensiva di Martinelli. Il Messina non si abbatte e tenta la reazione allo scadere del primo tempo, ma il tiro di Fornito finisce sul fondo.

Il secondo tempo inizia con uno sprint del Catania vicino al gol con un tiro a giro di Falcone che non crea affanni a Berardi. Il Messina risponde al 48′ con una sventola di Tavares che Liverani è costretto a neutralizzare con i pugni. Al 60′ gli etnei sfiorano il raddoppio con Castiglie che da due passi sbaglia la mira calciando di piatto sugli sviluppi di un cross dalla sinistra. L’occasione del Catania sveglia i giallorossi che dopo quattro minuti pareggiano con un colpo di testa di Gustavo sul traversone perfetto di Giorgione. La squadra di Di Napoli prende coraggio e al 73′ ci prova ancora una volta con Gustavo il cui tiro sfiora il palo. I peloritani sembrano reggere bene, ma al minuto 80 Russotto sfonda sulla sinistra e batte con un diagonale Berardi. La partita non ha più storie, al 92′ gli ospiti restano addirittura in dieci uomini per il doppio giallo a Ionut.

Il Messina cade dopo tre vittorie consecutive, pagando a caro prezzo una prestazione opaca dal punto di vista difensivo.

Il tabellino

Catania – Messina 2-1

Marcatori: 37′ rig. Calil, 64′ Gustavo, 80′ Russotto

Catania: Liverani, Garufo, Nunzella, Di Cecco (74′ Lupoli), Bastrini, Bergamelli, Castiglia, Musacci, Falcone (74′ Calderini), Calil (93′ Ferrario) , Russotto. Allenatore: Francesco Moriero

Messina: Berardi, Ionut, Barilaro (77′ Zanini), Baccolo (77′ Russo), Martinelli, De Vito, Fornito, Giorgione, Tavares, Gustavo, Biondo (52′ Padulano). Allenatore: Raffaele Di Napoli

Arbitro: Marco Piccinini della sezione di Forlì. Assistenti: Christian Rossi della sezione di La Spezia e Davide Imperiale della sezione di Genova

Ammoniti: Calil (C), Baccolo, Giorgione (M)

Espulsi: Ionut (M)

 

(74)

Categorie

Primo piano, Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *