Lavoratori socialmente utili. Cisl Fp attacca: «Tante promesse illusorie per guadagnare un posto all’Ars»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

cisl«Fanno vedere la luna a lavoratori che da oltre un decennio vengono turlupinati, buggerati e illusi con le promesse, tutto per arrivare al 28 ottobre e magari far guadagnare uno posto all’assemblea regionale a qualche candidato». Lo afferma Calogero Emanuele, segretario provinciale della Cisl Fp, in merito alle proposte delle Cooperative gestori dei lavoratori impegnati in attività Socialmente Utili. «In provincia di Messina – spiega Emanuele – le Cooperative in questione, non avendo progetti e attività proprie da realizzare, tentano di dare vita ad accordi e convenzioni pur essendo a conoscenza che ogni affidamento e/o accordo si configura come una interposizione di manodopera vietata dalla normativa vigente». Un “sistema” che la Cisl aveva evidenziato già nel maggio 2011 e che adesso torna a denunciare attraverso una lettera inviata agli enti e agli organi interessati. «Ancora una volta – sottolinea Calogero Emanuele – siamo costretti a invocare l’intervento degli Organi regionali e territoriali preposti per fare chiarezza e assumere le determinazioni di competenza. Chiediamo un intervento deciso dell’Assessorato Regionale, ma anche dell’Ispettorato del Lavoro, affinché si trovino le giuste soluzioni di ricollocazione di questi lavoratori che purtroppo sono costretti a vivere con un sussidio mensile di 540 euro erogati dall’Inps, mettendo in conto anche i versamenti che devono alle Cooperative interessate nella qualità di soci». 

(41)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.