Sicilia. Nasce la piattaforma UMA per monitorare l’assegnazione del gasolio agricolo

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Da mercoledì 16 marzo sarà possibile utilizzare la piattaforma UMA Sicilia, il nuovo sistema di assegnazione e monitoraggio in tempo reale dei quantitativi di carburante a uso agricolo erogati ad accisa agevolata. Ad annunciare il nuovo portale online è l’Assessore regionale all’Agricoltura, Toni Scilla.

«Il portale UMA Sicilia – ha detto Scilla – si pone come la soluzione applicativa per l’assegnazione del carburante agricolo ad accisa agevolata, così come previsto dal Decreto 454/2001 del ministero dell’Economia e dalle vigenti disposizioni regionali. Un sistema innovativo che determinerà l’abbandono di un iter obsoleto e lento».

Il nuovo portale potrà essere utilizzato da: aziende agricole, cooperative, consorzi di bonifica e di irrigazione e le imprese agromeccaniche. Con UMA si predispone, quindi, l’acquisizione dei dati aziendali dal Sistema informativo agricolo nazionale (SIAN) e consente agli utenti la compilazione delle istanze in pochi click.

UMA Sicilia: come funziona

La presentazione delle domande potrà avvenire attraverso Spid o tramite registrazione degli utenti (agricoltori, imprenditori, tecnici abilitati, CAA, ecc.). L’istruttoria, invece, potrà essere effettuata sia dai tecnici degli Ispettorati dell’Agricoltura sia dai tecnici dei Centri assistenza agricola.

Durante la compilazione della domanda, verrà calcolato il quantitativo massimo di carburante assegnabile, che varia in base alle macchine e alle attrezzature in dotazione all’azienda, alle colture praticate sulle superfici e, se presenti, agli allevamenti e agli impianti serricoli riscaldati.

Il portale è disponibile in versione ottimizzata per dispositivi Android e iOS. Gli utenti, una volta registrati e ottenuta l’assegnazione, potranno ordinare i carburanti presso i depositi autorizzati alla commercializzazione, visionare lo stato di consegna e la fatturazione. Uma/Carburanti garantisce un monitoraggio in tempo reale dell’assegnato e del prelevato.

(172)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.