Made in Sicily: accordo tra Regione e Amazon per far crescere le imprese siciliane

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Già da tre anni esiste su Amazon una vetrina dedicata al made in Sicily. La vetrina serve per promuovere e vendere prodotti che vengono realizzati da piccole e medie imprese siciliane. Adesso, per sostenere ancora di più le pmi, la Regione Siciliana e Amazon hanno firmato un accordo per «aiutarle a esportare – si legge nella nota ufficiale – digitalizzarsi e promuovere la qualità del made in Sicily in Italia e all’estero».

La Regione Siciliana entra così nel programma “Accelera con Amazon”, percorso di formazione gratuito dedicato alla crescita e digitalizzazione delle startup e pmi italiane che – a un anno dal suo lancio – ha già erogato 12 mila ore di lezioni online, coinvolgendo più di 11 mila piccole e medie imprese italiane. «Sono più di 1.100 – continua la nota – le piccole e medie imprese siciliane che vendono su Amazon e che nel 2020 hanno realizzato oltre 20 milioni di euro di vendite all’estero attraverso l’azienda di commercio elettronico statunitense».

Made in Sicily

«L’accordo della Regione Siciliana con Amazon – ha detto l’assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano – è un tassello fondamentale della strategia di internazionalizzazione e digitalizzazione delle imprese dell’Isola. La pandemia è stata per tutti un momento difficile, ma anche un’occasione per riflettere sulle potenzialità della digitalizzazione e in particolare del commercio on-line e per elaborare nuove strategie nell’ambito dell’internazionalizzazione.

L’utilizzo corretto delle risorse per l’internazionalizzazione, la sinergia con il ministero degli Esteri e l’Ice e un impegno massiccio sul fronte della digitalizzazione sono le leve essenziali per permettere alle imprese dell’Isola di essere realmente competitive sui mercati internazionali che guardano con sempre maggiore attenzione al brand Sicilia».

Ad oggi, secondo i dati forniti, le piccole e medie imprese che fanno parte della vetrina di Amazon Made in Sicily sono più di 150. Degli oltre 3 mila prodotti venduti, più del 60% è presente nella categoria food, con: cucina e cantina. Circa il 15% nella categoria design con: casa e arredo e più del 10% nella categoria fashion con: abiti e accessori. Oltre il 35% delle pmi della Sicilia esportano i prodotti all’estero.

«Le pmi sono sempre più consapevoli che vendere online – ha aggiunto il vice presidente del servizio vendite di Amazon Europa, Xavier Flamand – è un grande fattore abilitante per aumentare la loro base clienti in Italia e all’estero. Per aiutare le attività online delle pmi nel 2020, Amazon ha investito 2,8 miliardi di euro in Europa in logistica, strumenti, servizi, formazione e programmi. Per accelerare la loro digitalizzazione, investiamo in programmi come “Accelera con Amazon” in grado di fornire strumenti e know-how a tutti coloro siano interessati al mondo del digitale, a prescindere dalla volontà di vendere o meno su Amazon».

(in foto l’Assessore Turano con Piero Crivellaro, responsabile della public policy di Amazon)

 

 

(105)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.