“Fare Verde” sulla situazione dell’ambiente a Messina: “Quadro sconfortante”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

“Fare Verde”, associazione ambientalista, esprime oggi un parere sulle condizioni ambientali in cui si trova attualmente la città di Messina.

“Dopo oltre 3 anni di amministrazione Accorinti sono ancora tanti i problemi lasciati irrisolti da questa giunta. Percorrendo la città di Messina, da sud a nord, emerge un quadro sconfortante. Nella zona sud, il dissesto idrogeologico è una ferita mai sanata: erosione delle coste, frane e alluvioni mettono in ginocchio le frazioni cittadine ogni qualvolta c’è maltempo. Il porto di Tremestieri si insabbia in media tre/quattro volte l’anno, anche questo sembra essere un problema con cui i messinesi, e non solo, sono costretti a convivere. Nella zona denominata “Maregrosso” le insidie ed i pericoli sono all’ordine del giorno specie nelle ore buie della giornata essendo priva di un’illuminazione adeguata. La città anche in pieno centro non sembra godere di ottime condizioni: spazzatura ovunque, erbacce che coprono I marciapiedi, alberi squarciati o in procinto di cadere, è necessario ringraziare, solo, la buona sorte se fino ad oggi nessuno si è fatto male. Le varie scalinate presenti nel centro cittadino versano in condizioni di totale degrado e abbandono quando, invece, dovrebbero essere rese fruibili e rappresentare uno dei punti principali di attrazione turistica. Inoltre, i semafori, stradali e pedonali, risultano spesso ostruiti da: vegetazione, pali, tabelle, o altri ostacoli che ne limitano la visibilità. Le strade, anche le più importanti, sono piene di buche che le rendono delle vere e proprie trappole per chi ogni giorno le percorre sia a piedi che con i mezzi di trasporto, in particolare per chi viaggia con i mezzi a due ruote. I polmoni verdi della città villa Dante e villa Mazzini e gli altri spazi verdi sparsi sul territorio messinese versano in condizioni imbarazzanti. Spazzatura e degrado non mancano nemmeno nei villaggi della zona nord della città dove da Mortelle fino a Qrtoliuzzo, passando per i villaggi collinari di Salice, Castanea , Gesso, sembrano essere abbandonati a se stessi. Messina pullula di situazioni che necessitano di seri ed efficaci provvedimenti per dare sicurezza e decoro a una città metropolitana che viaggia sempre in fondo alle classifiche come qualità della vita. Posizione che Messina e i messinesi non meritano”

(103)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.