Torre Faro e l’accesso al mare negato, un cittadino pronto a cedere il proprio terreno

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La  Circoscrizione chiama i cittadini rispondono. Ieri avevamo riportato una nota del consigliere del sesto Quartiere Giuseppe Sanò che informava l’assessore regionale al Territorio Maurizio Croce sul caso della via Arena di Torre Faro dove la spiaggia è in parte recintata e occupata dai manufatti che i pescatori usano per ricoverare le proprie barche durante i mesi invernali.

Sanò sottolineava l’impossibilità per i residenti del villaggio di raggiungere la spiaggia, chiedendo un intervento alle istituzioni. Ma a risolvere la questione ci ha pensato un cittadino che si è reso disponibile a cedere al Comune una parte del suo terreno per ricavare un varco tra le recinzioni. “Un cittadino sensibile e generoso – precisa Sanò –  si è reso disponibile a farsi espropriare o addirittura a donare al prezzo simbolico di 1 euro alcune strisce di terra della larghezza di 2 metri così da garantire a tutti l’accesso al mare in via Torre Bianca. L’unica richiesta del proprietario è l’acquisizione, da parte del comune di Messina, delle porzioni donate, così da perdere la responsabilità civile e penale di eventuali incidenti che possono verificarsi nella sua proprietà”.

“Oltre ad esprimere soddisfazione per il risultato raggiunto – precisa il consigliere –  auspico che altri seguano questo esempio virtuoso mostrando anch’essi il dovuto senso civico e che permettano nuovamente il libero accesso al mare. Al contempo, mi auguro che questa amministrazione possa agevolare quanto proposto e incoraggiare gli altri proprietari con azioni concrete. Non resta altro che urlare: viva il mare, viva la legalità”.

(316)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.