Fiera, Zuccarello scrive all’Autorità portuale. “Si dia spazio a commercianti e imprenditori”

Fiera-di-Messina per nuovoL’area che ospitava la storica Fiera di Messina quest’estate rimarrà desolatamente chiusa. Nessuna manifestazione d’interesse per la riqualificazione dell’area è, infatti,  stata presentata all’Autorità Portuale che adesso dovrà pubblicare un nuovo bando alla luce del mancato rinnovo della convenzione con Palazzo Zanca. Sulla vicenda interviene il consigliere comunale Daniele Zuccarello che si rivolge direttamente al presidente dell’Authority Antonino De Simone con una lettera di seguito riportata.

La Fiera rappresenta un pezzo della nostra storia e della nostra identità e non possiamo stare zitti di fronte a quanto sta accadendo per l’inerzia di questa giunta che non è stata in grado di presentare proposte per iniziative da realizzare in estate. Leggere che i cancelli resteranno chiusi quest’estate perché l’amministrazione non ha presentato alcuna proposta lascia senza parole.

Quel luogo che ha fatto parlare di Messina il mondo intero ai tempi del Festival del cinema e dell’ex Irrera a mare, che è diventato appuntamento di richiamo con le Campionarie, è adesso dimenticato da un’amministrazione che in campagna elettorale nel 2013 aveva annunciato di voler riqualificare.

Anche se il Comune è sordo, sono certo che ci sono decine di commercianti, associazioni di categoria, operatori del mondo della cultura, imprenditori, che invece vogliono far rinascere la Fiera, rimboccandosi le maniche. Sono certo che all’invito del Presidente dell’Autorità portuale saranno in tanti a portare idee ed a fare la loro parte. Il mio appello è affinché Lei, nel ruolo istituzionale che ricopre e che lo ha visto impegnarsi in questi anni per cambiare le cose, chiami intorno ad un tavolo quelle forze positive e propositive che hanno voglia di mettersi a disposizione. Non è ancora troppo tardi per organizzare iniziative che consentano l’apertura degli spazi fieristici alle centinaia di famiglie che restano a Messina. Nello stesso tempo gli operatori, nel pieno rispetto delle regole, potranno avere l’opportunità di spostare le loro attività in spazi espostivi nuovi, che potrebbero essere una vetrina per i nostri prodotti, per i mestieri artigianali, per i ristoratori ma anche per i nostri artisti che potrebbero usufruire della Cittadella. Potrebbero anche organizzarsi eventi o iniziative destinate ai turisti. Se ci sediamo tutti intorno ad un tavolo con la volontà di cambiare le cose sicuramente troveremo la soluzione.

Non vogliamo più vedere gli spettacoli dell’anno scorso, con decine di abusivi lungo la passeggiata a mare e quei luoghi lasciati in condizioni pietose ogni sera, con spazzatura di ogni genere. Il nostro biglietto da visita non possono essere i sacchetti di immondizia lasciati accanto alle aiuole della passeggiata a mare o l’intera area trasformata in un suk. Anche se non riusciremo a far rivivere l’atmosfera della Fiera degli anni d’oro, almeno avremo fatto un piccolo passo per non lasciare i cancelli chiusi. Nel 2015 hanno abbassato le saracinesche più di mille attività. La Fiera può costituire un’opportunità ed in tal senso come presidente della X Commissione e come consigliere comunale sono certo che saremo tutti a disposizione per riuscire a trovare proposte da poter attuare in tempi brevi nell’interesse dei messinesi.

(77)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *