Atm. E l’Orsa ribatte a Cacciola

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Apprendiamo dalla stampa una sorta di risposta farneticante dell’Assessore Cacciola ai quesiti posti dall’OR.S.A. in conferenza stampa, restiamo basiti nel prendere atto che il rappresentante della giunta Accorinti sia fermamente convinto che i messinesi siano stupidi e prova a portarla in caciara tirando fuori argomenti che non erano all’ordine del giorno della nostra conferenza stampa. Cacciola asserisce che l’orsa lancerebbe inesistenti allarmi di privatizzazione dell’ATM ma nessuno in conferenza stampa ha toccato tale argomento, eventualmente ci siamo chiesti quale sarà la natura giuridica della nascente multiservizi e non era neanche fra i punti prioritari presentati ai giornalisti. Invece Cacciola, ancora una volta, non risponde alle domande prioritarie che da mesi l’orsa e qualche consigliere comunale pongono con insistenza:

E’ legittimo avere ancora un commissario speciale in ATM quando l’emergenza ambientale è stata dichiarata chiusa dal 2012?

E’ legittimo che Cacciola abbia chiesto al Commissario Manna di bloccare il bando pubblico per la selezione del D.G. e subito dopo è stato assunto con chiamata diretta l‘architetto FOTI, in spregio allo statuto aziendale?

Può esserci conflitto di interessi con un direttore in azienda suggerito dalla GTT di Torino che a sua volta somministra all’ATM un servizio di fornitura per 800.000 euro?

Girarla sulla privatizzazione ha il sapore della tattica del sindaco Accorinti che parla di Tibet quando gli chiedono se saranno pagati i lavoratori di Messinambiente, onestamente dall’eccellente Cacciola ci aspettavamo di più. In tutti i casi la Melina dell’assessore non può durare a lungo, non basta boicottare le audizioni chieste dall’orsa e rispondere cavoli alla stampa quando si parla di zucche, la Commissione Trasporti ha pubblicamente dichiarato che il verbale dell’audizione dell’orsa sarà trasmesso alla Procura della Repubblica, in quella sede sarà più complicato lo slalom tattico”.

(127)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.