Stati Generali. Primo bilancio: “Soddisfatti, Messina vuole rinascere”

stati generali conventionSoddisfazione, da parte di “Stati Generali”, per la partecipazione cittadina alla due giorni di confronto di idee, iniziative, voluta per la “rinascita” di Messina. Il comunicato finale diramato alla Stampa resoconta sull’attività della convention.

“L’obiettivo è stato raggiunto. Con gli Stati generali di Messina si puntava a dare il via ad un proficuo confronto tra cittadini e politica per cercare di raccogliere proposte utili ad una rinascita della Città di Messina e la risposta è andata oltre ogni più rosea aspettativa.

Decine gli interventi, per un totale di circa ottanta relatori, tra rappresentanti di Sindacati, Associazioni, Ordini professionali, Enti ma anche semplici cittadini.

Durante l’intensa due giorni, che ha preso il via ieri (venerdì 11 settembre) per concludersi oggi (sabato 12 settembre) nel Salone degli Specchi dell’ex Provincia di Messina e i cui lavori sono moderati dalla giornalista Lilly La Fauci, i Messinesi partecipanti hanno esposto con grande entusiasmo idee e proposte che verranno raccolte negli “Atti degli Stati Generali”.

Durante la seconda giornata sono intervenuti:

Il Presidente del CONI, Aldo Violato, ha parlato di “Sport ed impiantistica” sottolineando l’importanza di mettere in sesto e rendere fruibili  gli impianti sportivi esistenti. Violato ha criticato la scelta dell’amministrazione Comunale di innalzare, in modo esorbitante, le tariffe degli affitti degli impianti per le società sportive ed ha evidenziato la necessità di non sprecare ulteriore tempo; Rosario Duca dell’Arcigay ha relazionato su “Diritti e Libertà” sottolineando la necessità e l’urgenza di Diritti Civili uguali per tutti i cittadini;   Carlo Mastroeni, presidente di  Anolf, ha relazionato su “Messina integrata” soffermandosi sul dramma immigrazione e sulla possibilità che la stessa divenga opportunità e risorsa per il nostro territorio; Giovanni Frazzica – CittadinanzAttiva ha relazionato sul porto di Tremestieri, che ha definito “Porto di San Patrizio” e sull’importanza della strada Giostra-Granatari in relazione all’Ospedale Papardo”; Ettore Gentile, della Rete Civica per le infrastrutture, ha parlato di “Trasporti, economia e lavoro: non si tratta di conservare il passato, ma di realizzare le sue speranze” soffermandosi in particolare sulla necessità di riaprire il dibattito sul Ponte sullo Stretto, come “unica grande opportunità per un rilancio di Messina”, sia per le recenti decisioni del Ministro Alfano sia in un’ottica di rilancio dell’economia della città. Letterio Della Famiglia De Francesco e Ghirardi è intervenuto su “Etica e diritto naturale e diritto internazionale per lo sviluppo e la crescita spirituale per i futuri nuovi liberi nativi siciliani”; Sergio Di Giacomo – ass. Antonello da Messina su “Il ruolo dell’associanismo culturale nelle dinamiche cittadine”; Filippo Pansera – Cine Visual Comunicazioni su “Messina nella rete turistica”; Gabriele Rinaldi – ex consigliere provinciale Federazione atletica ha proposto la realizzazione della “Mappa del podista”; Franco Tiano – Federazione Nuova Destra ha parlato di “Legalità e sviluppo, Messina e le sue vocazioni” prospettando numerose proposte collegate alla sviluppo culturale e turistico della Città; Andrea Carbone de “L’alternativa possibile” che ha parlato della necessità di un cambiamento di mentalità che si basi sulla capacità di confrontarsi costruendo una rete; Elvira Bordonaro che ha relazionato su “La resa di coscienza del cittadino, dal fallimento della rappresentanza al rifiuto di delega” evidenziando la necessità che la società civile torni a riprendere in mano le sorti del proprio futuro; Alessandro Tinaglia – reset ha relazionato su “Me-Lab: La città possibile” proponendo ai partecipanti agli Stati Generali di condividere l’idea di costuire una cornice comune a tutti immaginando Messinae fabbrica di intelligenze ed il territorio come  un grande laboratorio all’aperto di innovazione e ricarca; Luigi Beninati – LabDem ha relazionato sul “Risanamento economico e sviluppo di una comunità”; Emilio Fragale – Oikos che ha relazionato su “Un senso alla porta, al vicolo stretto, al crocevia: Dallo sparare a salve all’innescare una miccia”; Raffaella Spadaro – Federazione dei Verdi su “Le risorse della nostra città, come valorizzarle rispettando la natura e l’essenza dei luoghi”; Renato Coletta del Comitato “Salviamo l’Ospedale Piemonte”; Massimiliano Curtò – Sicilia Democratica su “La buona politica”; Mariano Massaro – Orsa che ha parlato di “Dis … continuità territoriale” soffermandosi sull’importanza della continuità territoriale tra Sicilia e Calabria.

Dopo gli interventi dei relatori, al dibattito aperto a tutti hanno partecipato, tra gli altri, l’imprenditore Dino Giuttari, l’ex sindaco di Messina Franco Providenti, Lillo Alessandro,  Josephin De Luca , Lidia Schropp e l’on. Francesco D’Uva.

Alla giornata di chiusura degli Stati Generali erano presenti, tra gli altri,  il Consigliere Comunale Giuseppe Santalco, il Consigliere di Quartiere Paolo Barbera, l’ex presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Previti e l’ex Assessore alle Politiche del mare Pippo Igrò.

A rappresentare l’Amministrazione Comunale è intervenuto, ma solo le prime ore della prima giornata di lavoro, l’assessore Sergio De Cola.

Alla prima giornata presente anche il deputato regionale Franco Rinaldi.

Gli Onorevoli Giampiero D’Alia e Giovanni Ardizzone, che hanno comunicato via mail la loro impossibilità a partecipare ascoltando le relazioni dei partecipanti agli Stati Generali, si sono dichiarati interessati a conoscere le proposte che confluiranno negli Atti degli Stati generali ed a un successivo confronto.

Nessuna notizia degli altri deputati Regionali e Nazionali, del Sindaco, dei rappresentanti del Consiglio Comunale e dei Consigli di Quartiere, sintomo questo dell’urgenza di un cambio di rotta repentino anche nel rapporto tra la Politica delegata a rappresentare la Città e tutta la Cittadinanza.

Ricordiamo infine che tutte le relazioni, contenenti le proposte e le idee dei partecipanti ma anche di quei cittadini che non sono potuti intervenire fisicamente a questo primo appuntamento degli Stati Generali di Messina, possono essere inviate all’indirizzo statigeneralimessina@libero.it   entro e non oltre il prossimo mercoledì 16 settembre 2015.

Come detto tali contributi costituiranno gli “Atti” dei primi Stati Generali Autoconvocati della storia della nostra Città.”

(575)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *